menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto diffusa su facebook dalla pagiina del rifugio

La foto diffusa su facebook dalla pagiina del rifugio

Portano un cerbiatto al rifugio pensando di salvarlo: ora dovrà vivere in cattività

Due turisti, in buona fede, hanno visto il cucciolo da solo e lo hanno portato al rifugio

Lo hanno portato al rifugio credendo di salvarlo, in realtà lo hanno condannato ad una vita in cattività. La foto del piccolo cerbiatto è stata pubblicata sulla pagina facebook del Rifugio Bocca di Selva, in Lessinia, insieme all'ennnesimo appello: "non ci stancheremo mai di raccomandare di non toccare i piccoli di nessuna specie selvatica! Purtroppo anche se venisse riportato nel luogo dove è stato prelevato, la madre non lo riconoscerebbe più e verrebbe abbandonato ad un misero destino".

L'abbandono dei piccoli da parte della madre dopo un contatto con l'uomo è un comportamento noto e purtroppo spietato. "I due turisti in buonissima fede pensavano di salvarlo da morte certa, convinti dell'assenza della madre ed essendo lì accanto presente il fratellino morto - spiegano i gestori del rifugio - si sono prodigati e hanno contatto la forestale. Speriamo quindi in un lieto fine anche se in cattività, per questo splendido cerbiattino appena nato". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento