A caccia prima dell'apertura, trovano i forestali e sfondano il posto di blocco

Due bracconieri denunciati in Alta Val di Non, alla vista degli agenti hanno tentato di investirli in auto

Avevano deciso di "anticipare" la caccia, ma hanno trovato i forestali sul sentiero. E' accaduto nei boschi dell'Alta Val di Non: due uomini sono stati sorpresi dalla Guardia Forestale mentre percorrevano in auto i prati a margine del bosco alla ricerca di animali. Fermati dagli agenti del Corpo Forestale Trentino, i bracconieri hanno forzato il posto di controllo travolgendo gli stessi agenti che, rialzatisi, li hanno inseguiti e raggiunti.Sono stati deferiti all'Autorità giudiziaria per caccia in periodo di divieto generale, porto di strumenti atti ad offendere e per il più grave reato di resistenza a pubblico ufficiale.

I due, come spiega una nota del Corpo, erano già da tempo tenuti sotto stretta osservazione perché fortemente sospettati di compiere attività riconducibili alla caccia di frodo. La perquisizione del veicolo si è conclusa con esito positivo e il sequestro di un'arma da caccia, nello specifico una carabina Bergara in calibro 308 Winchester. Sono stati inoltre rinvenuti binocoli, telemetro e uno  strumento atto ad offendere. L'attività di perquisizione è proseguita poi nelle abitazioni dei due personaggi alla ricerca di altri corpi del reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

  • Droga a Trento, maxioperazione all'alba: i carabinieri arrestano 23 persone

Torna su
TrentoToday è in caricamento