Un biodistretto grande come il Trentino: si raccolgono firme per il referendum

Il Comitato ha 90 giorni di tempo, la proposta è di dichiarare tutto il territorio agricolo provinciale libero da pesticidi

Un biodistretto in Trentino, questa l'idea proposta dal comitato referendario, che a partire dal 28 dicembre ha 90 giorni per raccogliere le firme necessarie. In realtà è riduttivo dire che i proponenti vogliono un biodistretto in Trentino: tutta la Provincia diventerebbe infatti un grande distretto agricolo dedicato al biologico.

L'idea di fondo è quella di bandire i pesticidi dal Trentino, per farlo la proposta migliore, secondo il comitato, è creare un biodistretto grande come l'intera provincia. Il referendum è stato presentato in Consiglio provinciale e dichiarato ammissibile dall'apposita Comissione. 

Ecco il quesito

Questo il qiuesito: “Volete che, al fine di tutelare la salute, l’ambiente e la biodiversità, la provincia autonoma di Trento disciplini l’istituzione su tutto il territorio agricolo provinciale di un distretto biologico, adottando iniziative legislative e provvedimenti amministrativi, nel rispetto delle competenze nazionali ed europee, finalizzati a promuovere la coltivazione, l’allevamento, la trasformazione, la preparazione alimentare e agroindustriale dei prodotti agricoli prevalentemente con i metodi biologici, ai sensi dell’articolo 13 del decreto legislativo 228/2001 e compatibilmente con i distretti biologici esistenti?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vede i carabinieri, che hanno fermato un altro, accosta e spegne l'auto: denunciato

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Investita in via al Desert: è gravissima

Torna su
TrentoToday è in caricamento