Tagli l'erba su un'area pubblica? il Comune ti paga la benzina

Altra buona pratica nel comune montano di Vallarsa: ogni privato cittadino può ritirare buoni benzina, anche per pochi metri quadrati

Vallarsa ancora una volta modello di buone pratiche per il bene Comune. Dopo aver pubblicato un bando nel quale  si davano in affitto due baite in cambio del rifacimento del tetto il Comune ora pagherà la benzina per chi vorrà provvedere allo sfalcio di aree comunali.

Il buono benzina si potrà ritirare presso il distributore di carburante della frazione di Anghebeni. E' una misura ulteriore rispetto a quelle realizzate grazie ale associazioni locali e denominate "Prati verdi" e "Adotta  il tuo paese" che prevedevano azioni simili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo caso il contributo può esseree richiesto daprivati cittadini che, magari già al lavoro per tagliare l'erba su un suolo privato, vogliano estendere lo sfalcio anch a qualche aiuola o appezzamento pubblico, indicando via mail l'area in questione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento