Green Oltrefersina / Via Fersina, 23

Strage di alberi dopo il maltempo, Mountain Wilderness: "Commissariare subito i boschi"

Recuperare il legno degli alberi già abbbattuti, e commissariare i boschi per i prossimi 3-5 anni. La prooposta dell'associazione ambientalista dopo la strage di alberi del maltempo

La strage di alberi nelle vallate dolomitiche trentine e bellunesi preoccupa esperti, ambientalisti, addetti ai lavori e, non ultimi, gli abitanti. Passata l'ondata di maltempo che in Trentino ha causato due vittime oltre a danni alla viabilità e lunghe giornate  di isolamento per le vallate orientali, è iniziata la stima dei danni all'ambiente.

WWF: "Sospendere la caccia nelle Dolomiti dopo il maltempo"

L'associazione Mountain Wilderness lancia una proposta: commissariare i boschi, pubblici e privati, per  una gestione oculata della superficie boschiva gravemente danneggiata al fine di accelerare il rimboschimento e controllare gli equilibri compromessi da quanto accaduto. 

Il primo passo, secondo Luigi Casanova portavoce dell'associazione, è recuperare quanto già abbattuto dalla furia del vento: "Questa massa di legname va recuperata in tempi più brevi possibile, al legname recuperato va offerto un mercato che penalizzi al minimo il valore dell’intero patrimonio. Una volta raccolta la massa legnosa, tre – 5 anni?, si dovranno rimboschire centinaia di migliaia di ettari di superficie a bosco. Serviranno milioni di abeti, larici, aceri, faggi, servirà manodopera stagionale oltremodo potenziata, gestita dal servizio pubblico". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di alberi dopo il maltempo, Mountain Wilderness: "Commissariare subito i boschi"

TrentoToday è in caricamento