Mercoledì, 12 Maggio 2021
WeekEnd Piazza del Duomo

Weekend 16/18 febbraio: musica, mostre e teatro

Weekend post-carnevalizio in Trentino, ma le feste ci sono ancora: come da tradizione Terlago e Garniga Terme festeggiano in ritardo. Due sbigolade nei rispettivi paesi sono in programma domenica 18 da mezzogiorno in poi per i nostalgici del Carnevale.

Musica a teatro a Trento e teatro nel laboratorio musicale di Rovereto: l'Auditorium S. Chiara apre le porte a Brunori Sas, cantautore che anno dopo anno ha saputo affermarsi sulla scena italiana con un sapiente mix di sagacia contemporanea e malinconiche citazioni del cantautorato d'annata. La stessa sera, venerdì 16 febbbraio, allo Smartlab di Rovereto, dove il palco è solitamente riservato alla musica, arriva "Le cadavre exquis", commedia noir di Enrico Tavernini

Sempre venerdì alla Bookique arriva il folk rock, tra mediterraneo e jazz, degli Spacca il silenzio mentre, per rimanere in tema, la sera successiva al Molin de Portegnac porterà le sue canzoni da solista Cisco, l'ex frontman dei Modena City Ramblers. Sabato sera allo Smartlab sarà invece la volta dei Pinguini tattici nucleari, con la loro scanzonata irriverenza socio-pop. Un sabato sera da passare in famiglia quello in  programma al teatro San Marco con lo spettacolo per tutte le età "Cappuccetto Rosso, il lupo ed altre assurdità" di e con Marco Artusi e Evarossella Biolo.

Due le  mostre in città che saranno inaugurate nel weekend: a Palazzo Roccabruna le fotografie di Gios Bernardi che immortalano volti e gesti di tre decadi, dagli anni '50 agli anni '70 scattate in Italia, Spagna, ex Jugoslavia, Olanda e Scozia. A Torre Mirana apre i battenti "L'immensità della luce" con i colorati e gioiosi paesaggi di Athos Faccincani. Prosegue a Riva del Garda, nella Rocca, la mostra fotografica altroGarda dedicata alle visioni insolite del paesaggio lacustre.

Il weekend si conclude con la mensile "lezione" domenicale di Enrico Merlin che questa volta dedicherà la sua "merlinata" al The Social Stone al sound rivoluzionario di Miles Davis con la presentazione di un nuovo progetto editoriale che racconta l'evoluzione del grande jazzista giorno per giorno nell'anno di grazia, è proprio il caso di dirlo, 1959.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend 16/18 febbraio: musica, mostre e teatro

TrentoToday è in caricamento