Il suono del mattino alla Badia di San Lorenzo

Tutti i venerdì fino a settembre presso la Badia di San Lorenzo si svolgerà la rassegna "Il suono del mattino, parole e suoni in Badia"

primo turno: dalle ore 6.30 alle 7

secondo turno: dalle 7.30 alle 8

L'invito è di alzarsi presto al mattino per recarsi nella splendida Abbazia di San Lorenzo e ricevere un piccolo regalo prima di iniziare la giornata. Un’attrice o un attore insieme ad un/a musicista ci offrono un momento di silenzio e ascolto, tra parole e suoni che possiamo poi portarci nel proseguo del giorno.

La Badia di San Lorenzo è anche Tempio Civico della città, durante i secoli ha avuto altre funzioni, oltre a quella religiosa: fu carcere nel '700, lazzaretto nell'800, ricovero e magazzino militare nel '900.

In questo momento è un luogo fortemente simbolico, luogo di unione e condivisione della vita laica, spirituale e religiosa della nostra comunità.

Con offerta libera

Il ricavato sarà interamente devoluto ai Frati Minori Cappuccini per sostenere i loro progetti di solidarietà

Parole: Andrea Brunello, Maura Pettorruso, Franco Arminio, Stefano Detassis, Maria Vittoria Barrella, Alessio Dalla Costa, Silvia Furlan, Michela Embriaco, Chiara Benedetti, Alessio Kogoj, Veronica Risatti.

Suoni: Stefano Rattini, Barbara Bertoldi, Daniele Di Bonaventura, Vincenzo Zitello, Giordano Angeli, John Diamanti Fox, Adele Pardi, Albert Hera, Paolo Delama, Candirù, Carlo La Manna, Sara Giovinazzi

IL PROGRAMMA

Venerdì 26 giugno
*in occasione di S.Vigilio, patrono della città di Trento

L’alba vinceva l’ora mattutina

parole: Andrea Brunello (voce)

suoni: Stefano Rattini (organo)

Testi di Dante Alighieri / musiche di improvvisazione organistica

Bio

Andrea Brunello è un attore diplomato alla “School After Theatre Advanced Training Program” condotta dal regista russo Jurij Alschitz. È autore di numerosi spettacoli messi in scena in tutta Europa ed oltre. È direttore del Teatro Portland di Trento e della Compagnia Arditodesìo.

Stefano Rattini, organista titolare della Cattedrale di Trento, è docente di Teoria, Analisi e Composizione al Liceo Musicale di Trento e insegna improvvisazione all’Istituto di Musica Sacra e, a contratto, presso alcuni conservatori italiani. Ha tenuto concerti in Italia e all’estero.

Venerdì 3 luglio

Io sono una rosa

parole: Maura Pettorruso (voce)

suoni: Barbara Bertoldi (violoncello)

Testi di Emily Dickinson / Musiche di Antonio Vivaldi, Johann Sebastian Bach, Claude Debussy

Bio

Maura Pettorruso è un’attrice e drammaturga. Dopo gli studi conseguiti alla Scuola ArteDrama di Moncalieri, lavora come attrice e drammaturga in diverse compagnie locali e nazionali. Si occupa di teatro contemporaneo e nuova drammaturgia. È inoltre insegnante di dizione e lettura espressiva. Vive e lavora a Trento.

Barbara Bertoldi è una musicista, violoncellista e docente trentina. Ha una personalità versatile e passa con grazia dal repertorio classico e da camera, al barocco più eccentrico eseguito con strumenti originali, per approdare a brani ironici e irriverenti e persino alla tradizione dei canti della montagna, da lei “reinventati” per voce e violoncello.

Venerdì 10 luglio

parole: Franco Arminio

suoni: Daniele Di Bonaventura e Vincenzo Zitello

Venerdì 17 luglio

Il tempo del canto è tornato

parole: Stefano Pietro Detassis (voce)

suoni: Giordano Angeli (voce, sax)

Testi dal Cantico dei Cantici e dal Qoelet / Musiche di Pierre Sandrin e Antonio Vivaldi
 

Bio

Giordano Angeli è musicista, polistrumentista, musicoterapeuta. Svolge, fin dagli anni ’80, attività concertistica con collaborazioni a livello nazionale ed internazionale, affiancando alla stessa quelle di compositore ed arrangiatore. Rivolge la propria attività artistica in particolare nella rielaborazione del repertorio di musica antica e a progetti di musica collettiva interculturale.

Stefano Pietro Detassis è un attore trentino formatosi a Bologna. Ha lavorato in ambito teatrale e cinematografico sul territorio nazionale e regionale. Intreccia un percorso di sperimentazione del linguaggio teatrale ad uno più legato alla tradizione.

Venerdì 24 luglio

Note dopo la notte

parole: Maria Vittoria Barrella (voce)

suoni: John Diamanti Fox (clarinetto)

Testi di William Shakespeare e altri / Musiche da improvvisazione al clarinetto

Bio

John Diamanti Fox è un clarinettista. Collabora attualmente in ambito cameristico con il Quartetto d'archi Indaco di Milano e con l'orchestra Milano Classica. È cofondatore de "La Piccola Orchestra Lumière”. Ha partecipato a festival e stagioni in ambito nazionale e internazionale e ha accompagnato solisti come Luis Bacalov, Giovanni Sollima, Anna Kravtchenko, Paolo Fresu, Goran Bregovic, Laura Marzadori, Irene Veneziano.

Maria Vittoria Barrella ha all'attivo esperienze cinematografiche come attrice (Sky Cinema, RAI Cinema, festival di Cannes) e teatrali come regista, attrice e danzatrice. È fondatrice della compagnia teatrale "La Burrasca", con la quale ha realizzato numerosi spettacoli, molti dei quali site specific.

Venerdì 31 luglio

E.Stasi

parole: Alessio Dalla Costa (voce)

suoni: Adele Pardi (violoncello)

Testi di Salvatore Quasimodo, Giacomo Leopardi, Emily Dickinson / Musiche di Johann Sebastian Bach, Henry Purcell

Bio

Adele Pardi è una cantante, violoncellista, musicista di scena, compositore e attrice. Si è diplomata al Conservatorio di Trento in violoncello, canto jazz e canto pop. Collabora da diversi anni con la compagnia teatrale Borgobonò, con il Teatro delle Quisquilie e con La Piccola Orchestra Lumière. Suona nel duo elettro-pop Kitchen Machine e insegna al Cdm di Rovereto. Ha vinto il Festival Acustico 2012, il Premio Pavanello 2012, il Premio Suoni dall'Italia al Premio Bianca D'Aponte 2013 e la migliore borsa di studio per studenti a Nuorojazz 2013 .Il suo ultimo progetto è PerDido: una ri-armonizzazione dell'opera barocca di Purcell Dido and Aeneas (Barnum for Art 2019).

Alessio Dalla Costa è attore e formatore. Con l'associazione Emit Flesti di cui cura la direzione artistica insieme ad Annalisa Morsella, conduce corsi di recitazione e di lettura interpretata. Come attore collabora anche con altre realtà. Tra le ultime produzioni cui ha partecipato: Antipasti Letterari per la stagione teatrale del Centro Culturale Santa Chiara di Trento, Nevrotici Sessuali produzione Raumtraum, Il sogno di Jacopo di Emit Flesti. Negli ultimi anni ha iniziato un percorso di ricerca registica sfociato nello spettacolo "Con Voce Nuova. L'inferno di Dante", lavoro artistico accessibile a sordi e udenti.

Venerdì 7 agosto

E.Stasi

parole: Silvia Furlan (voce)

suoni: Albert Hera (voce)

Testi di / Musiche di Johann Sebastian Bach, Henry Purcell

Bio

Albert Hera è un cantante jazz contemporaneo specializzato in improvvisazione corale e sperimentazione vocale con numerose collaborazioni con artisti di fama internazionale, tra cui Bobby McFerrin. Ha al suo attivo tre album ‘Positive conciousness’ (2006), ‘Aria’ (2011) e ‘SoloS’ (2016).

Silvia Furlan è attrice e responsabile, insieme a Elena R. Marino, della direzione artistica e didattica del Teatro Spazio 14 di Trento dove conduce corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti. Ha studiato danza classica, e poi recitazione con Pippo Delbono e Pepe Robledo, Catia Gatelli, Tullia Pedrotti, Laura Scudella, Anna Giovanazzi, Nevio Gambula, Alfio Petrini, Patricia Zanco, Maria Consagra, Przemek Wasilkowski, César Brie. Ha partecipato a film (“Grido” di Pippo Delbono, “Il reame del nulla” di Razi e Soheila Mohebi) e fiction (“Sposami”, RAI 1, 2012). Dal 1999 è attrice in tutti gli spettacoli della compagnia Teatrincorso e partecipa a numerosi festival di rilevanza nazionale e internazionale.

Venerdì 14 agosto

Cantico dei Cantici

parole: Michela Embriaco (voce)

suoni: Paolo Delama (organo)

Testi dal Cantico dei Cantici / Musiche di Johann Sebastian Bach, Johann Peter Kellner, Joseph Gabriel Rheinberger, Paolo Delama

Bio

Michela Embriaco è un’attrice e regista, laureata al Dams, teatroterapeuta, diplomata presso la scuola Politeama diretta da Walter Orioli. Nel 2009 fonda Multiversoteatro, con cui produce e interpreta spettacoli che parlano soprattutto del ruolo della donna nella storia e nella società contemporanea. Tra questi, “Una stanza tutta per sé”, tratto dall’omonimo saggio di Virginia Woolf, e “Il canto di Penelope” tratto da The Penelopiad di Margaret Atwood.

Paolo Delama è organista, compositore e direttore di coro. È referente del Servizio Liturgia dell’Arcidiocesi di Trento dopo esserne stato direttore dell’Ufficio Musica Sacra. Cospicui gli articoli di carattere organologico pubblicati anche su riviste nazionali.

Venerdì 21 agosto

La teoria del colore

parole: Chiara Benedetti (voce)

suoni: Candirù (chitarra acustica)

Testi dalle lettere di Vincent Van Gogh / Musiche di Candirù

Bio

Chiara Benedetti è attrice e regista. Ha diretto, recitato e curato la scrittura degli spettacoli “Il Maestro e Margherita” da Bulgakov, “Nel Paese dei ciechi” da H. G. Wells, “Tempo Orfano. La vera storia di Adam”. Lavora tra gli altri con la compagnia ariaTeatro e il Css di Udine.

Candirù è Iacopo Candela. Milita in numerose band dell'underground trentino prima di iniziare la sua attività da solista. Condivide il palco con molti nomi di spicco della scena musicale italiana e nel 2017 apre il concerto di Vinicio Capossela sul prestigioso palco dello Shepherd's Bush Empire di Londra. Fa parte della compagnia Ariateatro per cui scrive colonne sonore.

Venerdì 28 agosto

Il quadro parlante

parole: Alessio Kogoj (voce)

suoni: Carlo La Manna (contrabbasso)

Testi e musiche di Alessio Kogoj e Carlo La Manna

Bio

Alessio Kogoj è autore, regista e attore, e ideatore di numerosi spettacoli di teatro contemporaneo, teatro ragazzi e performance d’arte. Nel 1996 fonda ‘I Teatri Soffiati’ compagnia attiva sull’intero panorama nazionale, e non solo. Segue una sua personale ricerca nel campo dell’antropologia teatrale e del teatro.

Carlo La Manna è musicista compositore, narratore. Ha collaborato e collabora con Bebbe Grillo, Sam Rivers, Compagnia Abbondanza/Bertoni, Arvo Part, Philip Glass, Antonella Ruggero, Mark Harris, Paolo Scarnecchia, Riccardo Tesi, Alessandro Pipino, Giovanni Sollima, Daniele Di Bonaventura, Marco Ambrosini, Paolo Vinaccia, Gianluca Petrella, Elias Nardi, Nazanin Piri Iri, Vincenzo Zitello, Max De Aloe, Mari Boine, Mark Francombe, Roger Ludvigsen, Snorre Bjerck, Baba Sissokò, Karin Nakagawa, Nina Zilli, Valerio Scanu, Federico Sanesi, Naomi Berril, Roberto Taufic, Saverio Tasca, Elio, Francesco Savoretti.

Venerdì 4 settembre

ÑANDUTì - La tela del ragno

parole: Veronica Risatti (voce)

suoni: Sara Giovinazzi (voce, percussioni)

Testi e musiche da repertorio tradizionale

Bio

Veronica Risatti è laureata al Dams di Bologna, e si forma come attrice professionista presso la Scuola Sperimentale dell'Attore di Pordenone diretta da Claudia Contin Arlecchino e Ferruccio Merisi. Dal 2010 è direttrice artistica della Bottega Buffa CircoVacanti.

Sara Giovinazzi è una cantante e musicista pugliese, d’esperienza ventennale con formazioni di musica tradizionale e world, tra tutte Alì’nghiastre, OrcheXtra Terrestre e Rotatorta, dal 2012 è parte integrante della compagnia teatrale Bottega Buffa CircoVacanti.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Tutti gli eventi estivi a Rovereto

    • dal 7 luglio al 18 settembre 2020
    • vedi programma
  • Teatro capovolto fino a settembre, la musica torna protagonista

    • dal 9 luglio al 20 agosto 2020
    • Piazza Cesare Battisti
  • Il suono del mattino alla Badia di San Lorenzo

    • dal 26 giugno al 30 settembre 2020
    • Badia San Lorenzo

I più visti

  • A Rovereto dinosauri in carne e ossa

    • dal 14 marzo al 14 luglio 2020
    • Parco dell'ex Asilo nido Manifattura
  • Il Festival dell'economia parte online

    • Gratis
    • dal 29 maggio al 27 settembre 2020
  • Cinema all'aperto nel prato del Muse

    • dal 7 luglio al 1 settembre 2020
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Tutti gli eventi estivi a Rovereto

    • dal 7 luglio al 18 settembre 2020
    • vedi programma
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrentoToday è in caricamento