Requiem di Cherubini alla Chiesa di San Francesco Saverio

Domenica 22 aprile, alle ore 18.30, presso la Chiesa di San Francesco Saverio, “I Filarmonici di Trento” eseguiranno il Requiem per coro e orchestra di Luigi Cherubini, diretti da Alessandro Arnoldo.

Insieme ai Filarmonici, la Corale Polifonica di Lavis (Mariano Ognibeni), il Coro Polifonico di Piove di Sacco (Raffaele Biasin) e il Coro Grande del Concentus Musicus Patavinus (Antonio Bortolami).

Secondo le testimonianze dell’epoca, quando il 21 gennaio del 1817 il Requiem in do minore risuonò nella basilica di Saint Denis, nessuno sfuggì alle lacrime, neppure l’autore, che lo dirigeva nel suo abito nero di corte dalla foggia settecentesca.

A commissionarlo era stato Luigi XVIII per ricordare il fratello, lo sventurato Luigi XVI, salito al patibolo oltre vent’anni prima.

Ma Cherubini andò ben oltre l’occasione celebrativa, dando vita a un’opera che nella straordinaria potenza drammatica condensa il dolore e la speranza di tutta l’umanità.

Da quel “conservatore rivoluzionario” che era, egli coniuga la libertà dell’invenzione con le più severe leggi dell’armonia e del contrappunto in una pagina che Beethoven giudicherà superiore al Requiem mozartiano. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Musica classica e rock: concorso per band

    • Gratis
    • dal 2 marzo al 11 aprile 2021
    • Fondazione Caritro

I più visti

  • Torna il cineforum del San Marco

    • dal 22 settembre 2020 al 16 marzo 2021
    • Teatro San Marco
  • Caravaggio, Burri, Pasolini: la grande mostra al Mart

    • dal 9 ottobre 2020 al 5 aprile 2021
    • Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea
  • Al Muse una foresta di luce, da ascoltare

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2020 al 31 maggio 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Il "popolo delle rocce" negli incontri online del Muse

    • solo oggi
    • Gratis
    • 3 marzo 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento