La vela contro la leucemia: Luigi Ottogalli ricorda Manfred Marktel

A poco meno di un mese dalla morte del grande navigatore solitario Manfred Marktel, scomparso lo scorso 19 settembre dopo una lunga malattia, la Lega Navale di Trento ha organizzato una serata per ricordarlo: il suo amico e navigatore Luigi Ottogalli parlerà di Manfred e delle sue imprese, con la proiezione di filmati e immagini.
«Senza partire non s'arriva - scriveva Manfred - e ogni traguardo si raggiunge con i primi piccoli passi. Non serve sognare, è necessario fare il primo passo, quelli successivi, saranno più facili...» . Un motto che lo ha accompagnato nella vita e nelle sue navigazioni, raccontate nei suoi libri "In solitario nelle acque antartiche della South Georgia", "Mare, traversate, amici e tanti dubbi" e "Sono arrivati 600 anni prima di me".

"Sono un "pesci" e, come molti nati in questa costellazione, amo particolarmente l'acqua" - scriveva Manfred - "Dove sono nato, non c'era molto di quell'elemento, uno dei cinque conosciuti nell'antichità, c'erano due fiumi e una piscina, ma in compenso eravamo in mezzo alle montagne. A qualche decina di chilometri, esisteva anche un lago, un secondo, un terzo, insomma c'erano ben nove laghi nella regione, era conosciuta come la riviera austriaca. Su ognuno dei laghi giravano un paio di vaporetti, ma solo nei mesi estivi perché d'inverno erano completamente ghiacciati e ci si poteva pattinare, e attraversarli a piedi. Mi sentivo molto attirato dai laghi, soprattutto da quello più vicino casa mia, perché in certe giornate primaverili o autunnali con un po' di nebbia non potevo vedere la sponda opposta, e così m'immaginavo di trovarmi sulla riva di un oceano sognando il mondo intero".
Un sogno che Manfred Marktel aveva realizzato e che è condiviso da molti anche nella nostra terra, circondata dai monti, eppure abitata da tanti amanti del mare e della vela.
Insieme ad Ottogalli, amico di Manfred, da più di trent'anni in mare, converranno a Trento altri grandi navigatori oceanici italiani, per ricordare l'amico scomparso il mese scorso: un'occasione non solo per commemorare e conoscere una figura straordinaria e per entrare in contatto con il mondo della grande vela, ma anche per contribuire alla ricerca.
In occasione della serata, infatti, sarà presentata la nuova edizione del libro: "Sono arrivati 600 anni prima di me - Viaggio atlantico di un navigatore solitario" in uscita per Edizioni il Frangente.
I ricavati della vendita dei libri durante la serata saranno devoluti al comitato C.R.C.L. "COMITATO RICERCA CONTRO LE LEUCEMIE ONLUS".
Appuntamento dunque a mercoledì 15 ottobre 2014, alle ore 20.30 presso la sezione di Trento della Lega Navale Italiana, in via Grazioli 54.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Torna il cineforum del San Marco

    • dal 22 settembre 2020 al 16 marzo 2021
    • Teatro San Marco
  • Caravaggio, Burri, Pasolini: la grande mostra al Mart

    • dal 9 ottobre 2020 al 5 aprile 2021
    • Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea
  • Al Muse una foresta di luce, da ascoltare

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2020 al 31 maggio 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Il "popolo delle rocce" negli incontri online del Muse

    • solo oggi
    • Gratis
    • 3 marzo 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento