Dante Alighieri vs Walther Von Der Vogelweide mercoledì 17 marzo 2021 ore 17.00

Dante Alighieri vs Walther Von Der Vogelweide
mercoledì 17 marzo 2021 ore 17.00

Secondo Ettore Tolomei, citato dallo storico altoatesino von Hartungen scomparso nel 2013, i monumenti svolgono una funzione cruciale per l’appropriarsi di un determinato territorio, per segnare la propria presenza e per vantare i propri diritti. Nasce in questo contesto la costruzione del monumento simbolo a Walther von der Vogelweide inaugurato a Bolzano il 15 settembre del 1889, realizzato in marmo di Lasa dallo scultore Natter, fortemente voluto dalla borghesia sudtirolese, politicamente orientata verso la Germania, e dal Borgomastro Perathoner.

Ecco perciò che la statua venne rivolta, non a caso, verso il duomo e verso sud, quasi volesse attirare tutto quello che poteva provenire da quella parte (su quale significato invece potesse avere il fatto che i trentini sistemassero la statua di Dante rivolta a nord, si discute ancora). Considerato quasi unanimemente fra i Minnesänger cioè i cantori dell'amore cortese in lingua tedesca, dunque un poeta d'amore (Herzeliebez vrouwelin è la sua poesia più famosa), venne presto identificato come poeta 'tirolese', la cui popolarità ebbe origine e alimento politico nel periodo di forti tensioni nazionalistiche che va dalla terza guerra d'indipendenza italiana alla prima guerra mondiale, ma destinato a un'esistenza decisamente travagliata; fervente tedesco e sostenitore dell'impero germanico, al servizio di Federico II, l’illuminato monarca aperto a tutte le culture, che appena poteva tornava a Casteldelmonte.

Diversamente da Dante, non c'è chiarezza su molti punti della sua biografia, a partire dal luogo di nascita per il quale tutte le ricerche non sono sfociate in una certezza scientifica; pare che l’unico documento storico coevo che attesti l'esistenza del poeta sia una nota in un registro del vescovo di Passau, che permetterebbe di collocare la sua presunta data di nascita negli anni intorno al 1170, mentre la sua morte viene fatta risalire intorno al 1230.
Come noto altrettanto contrastata fu l’iniziativa che sarebbe sfociata nel 1896 nell’inaugurazione del monumento di Dante in Trentino; infatti ebbe i suoi primi convinti inizi da parte, ad esempio, di Giovanni a Prato sin dal 1863, promotore di una raccolta per inaugurare un monumento nel 1865 in occasione del sesto centenario della sua nascita, o quello di Riva, poi costretta per motivi politici a rinunciare alla realizzazione di un busto del poeta fiorentino, oppure quello dell’Accademia degli Agiati che ipotizzò di erigere una memoria sui ruderi di castel Lizzana, ma di fatto non se ne poté far nulla. Erano questi tutti segnali di un rinnovato culto di Dante, ma anche espressioni di una coscienza nazionale unitaria, che nel caso del Trentino, non coincideva ancora con una realtà politica e statuale unitaria, ma cercava quantomeno, di tener aperta la prospettiva di una sua realizzazione.

Il professor Fabrizio Rasera svilupperà queste e altre riflessioni nella conferenza in webinar di questo mercoledì; laureatosi a Firenze nel 1972 con una tesi sul Trentino del secondo dopoguerra, si occupa prevalentemente del rapporto tra memoria e storia delle guerre del Novecento, tema sul quale ha scritto decine di saggi ed interventi; ha inoltre curato l’edizione di numerosi diari e memorie di guerra e di prigionia, anche per la sua collaborazione quasi trentennale con il Museo della Guerra di Rovereto, così come collabora al Museo storico del Trentino. Socio dell’Accademia Roveretana degli Agiati dal 1988, membro del Consiglio dal 2006 al 2014, dal 2014 al 2018 ne è stato anche Presidente.

È inoltre socio della Società di Studi trentini di Scienze Storiche e della Società del Museo Civico di Rovereto. Ricordiamo infine che l’iniziativa è valida ai fini dell'aggiornamento del personale docente della Provincia Autonoma di Trento. Per ricevere l’attestato di partecipazione le iscrizioni devono essere inviate a associazionecastelli@libero.it entro le ore 16.00 del giorno dell'evento. Attenzione: al momento della registrazione si prega di inserire i medesimi dati comunicati nella richiesta d'iscrizione. L'incontro sarà registrato e verrà successivamente pubblicato sul sito dell’Associazione. Il link della conferenza è https://us02web.zoom.us/j/88137052457. Sarà possibile accedere liberamente e interagire con il relatore anche attraverso il sito della Associazione Castelli del Trentino (www.associazionecastellideltrentino.com )già a partire dalle 16.45.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Al Muse una foresta di luce, da ascoltare

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2020 al 31 maggio 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Trento Film Festival: quattro film per raccontarne la storia, gratis sul sito di Historylab

    • Gratis
    • dal 3 al 30 aprile 2021
    • Evento Online
  • Un vestito, una foto, un reperto egizio: il Museo di Riva del Garda online

    • Gratis
    • dal 26 marzo al 28 maggio 2021
    • MAG Museo Alto Garda
  • SalotTEENS: idee a confronto, quattro chiacchiere sul divano con i teenager

    • Gratis
    • dal 18 febbraio 2018 al 13 maggio 2021
    • https://www.facebook.com/musetrento
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento