rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Eventi Centro storico / Piazza di Piedicastello

L'Area si trasferisce e festeggia con un megaconcerto. Ste e Fabri: "La musica è aggregazione"

Il centro giovanile dedicato alla musica dal '92 ad oggi ha visto passare generazioni di band. Ora la nuova sede è pronta ma prima c'è da festeggiare: ne abbiamo parlato con i due "storici" educatori

La nuova sede è pronta, ed è ora di festeggiare. Per quasi 30 anni l'Area Musica dell'Associazione Provinciale per i Minori Onlus ha accolto generazioni di giovani musicisti nella sede di Piedicastello. Molti di loro, almeno quelli dell'ultima gernerazione, saranno lì, sabato 30 ottobre, al grande evento: un concerto con due palchi, 16 band, per salutare il quartiere. Nel frattempo, infatti, la piazza di Piedicastello è stata completamente rinnovata diventando lo spazio ideale per feste e concerti. Quindi: che la festa cominci!

Il concerto di "arrivederci": ecco chi suonerà

A partire dalle 14 e fino alle 23 si alterneranno sui due palchi alcuni dei nomi più amati della scena giovanile trentina: Parental Control, Numero Zero, Maude, Yellah, Luciano Forlese, The Indigo Devils, Giacomo Turra & Beavers From Mars, Undertone, Fan Chaabi, Blue Shirts, Nana Motobi + Big House, Eravamo Sunday Drivers, Mondo Frowno, Radio Palinka, Humus e The Rumpled. Ci saranno anche due ospiti d'eccezione: Mauro Tecchiolli e Paolo Gadotti, i primi gestori del centro, aperto nel lontano 1992 con il nome di Telemaco grazie ad un'intuizione lungimirante di Paolo Cavagnoli, fondatore di Appm scomparso lo scorso 11 agosto all'età di 83 anni.

L'Area festeggia 30 anni e cambia sede

Un lungo elenco di band e di musicisti che in qualche modo hanno avuto a che fare con L'Area, rappresentativi dei circa 500 gruppi e delle oltre 10.000 persone che in trent'anni hanno frequentato il centro. Un luogo che è stato la casa delle giovani band cittadine. Non solo un luogo dove provare ma anche spazio per piccole autoproduzioni discografiche, laboratori di elettronica e di liuteria, ma soprattutto luogo di incontro e di scambio di esperienze. Da ricordare anche progetti come Balcony TV che ha portato sui "tetti" di Trento decine di band. Senza contare le feste, appunto: indimenticabili quelle che negli anni si sono succedute a Maso Ginocchio, prima, e poi al Doss Trento con Dodicimilawatt, o nel cortile della Bookique con il Guitar Fest. 

Ste e Fabbri: "Emozione alle stelle"

Tutto questo continuerà nella nuova sede di via Manzoni ma prima, come detto, c'è da festeggiare. "A Pidicastello c'è un pezzo del nostro cuore, ma è arrivato il momento di rinnovarsi", ci dicono Stefano Zanol e Fabrizio Tedeschini, per tutti Ste e Fabri, educatori all'Area Appm rispettivamente da 19 e 14 anni. In quel luogo hanno visto passare generazioni di musicisti: "Sabato sul palco ci saranno persone che abbiamo visto arrivare giovanissimi, l'emozione sarà tantissima".

Piedicastello: festa per i 30 anni dell'Area

"La nuova sede rappresenta un salto di qualità, a livello strutturale e tecnologico - contiuano i due - manca solo una cosa: la gente. Porteremo l'anima dell'Area anche nel nuovo posto, bisogna solo abitarlo". A rimanere costante nel tempo, dagli anni '90 ad oggi, è anche il bisogno di uno spazio di questo tipo in città. Non solo musica, come detto, ma prima di tutto aggregazione: "E' facile dire che la musica è un mezzo per esprimere sè stessi, per noi è anche altro: è esprimersi insieme agli altri. Ha questo potere: riunire le persone, e la pandemia ci ha mostrato quanto ce ne sia bisogno". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Area si trasferisce e festeggia con un megaconcerto. Ste e Fabri: "La musica è aggregazione"

TrentoToday è in caricamento