Allo Zandonai Erinni o del rimorso per il festival Chiamata alle arti

"ERINNI O del rimorso" è uno spettacolo sul talento e sulla responsabilità e la difficoltà di realizzarlo. E' anche uno spettacolo sulla depressione, sulla Cosa Brutta direbbe David Foster Wallace. E' la storia di una ragazza che ha rinunciato al suo talento e ai suoi desideri. La ragazza decide di farla finita con il susseguirsi di giorni in cui non si riconosce più. Tenta il suicidio, discende. E comincia un viaggio dentro se stessa dove Io incontra la sua Ombra alla ricerca di una possibile integrazione. O di una rivoluzione.
Le Erinni sono le figure mitologiche della vendetta, perseguitano chi si macchia di un delitto contro il suo sangue fino a farlo impazzire. Immaginiamo le Erinni oggi e pensiamo al rimorso, ciò che letteralmente "ci mangia dentro". Il mostro che divora e inghiotte non siamo altro che noi stesse.

Spettacolo finalista Premio Giovani Realtà del Teatro 2015.

Finalista Festival Direction Under 30 Teatro Sociale di Gualtieri (RE)

Ideazione e regia Alice Conti
testo Chiara Zingariello
In scena Alice Conti e Veronica Lucchesi
Scenotecnica Alice Colla
gruppo teatrale ORTIKA
Produzione Teatro alla Caduta - Torino
prenotazioni info@artea.tn.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Grande Prosa, la nuova stagione teatrale del S.Chiara

    • dal 5 novembre 2020 al 28 marzo 2021
    • Teatro Sociale

I più visti

  • Caravaggio, Burri, Pasolini: la grande mostra al Mart

    • dal 9 ottobre 2020 al 5 aprile 2021
    • Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea
  • Torna il cineforum del San Marco

    • dal 22 settembre 2020 al 16 marzo 2021
    • Teatro San Marco
  • Al Muse una foresta di luce, da ascoltare

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2020 al 31 maggio 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Trekking alla scoperta di Trento

    • Gratis
    • dal 8 gennaio al 28 febbraio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento