Curly Frog al Posta

Il quintetto blues Curly Frog & the Blues Bringers torna in città, al bar Posta, il 16 novembre, per un concerto organizzato in collaborazione con SpottedUnitn. Serata dedicata al blues e agli universitari in centro storico, con bevande a prezzi speciali.

Il gruppo nato nel gennaio 2012 è inizialmente composto da 4 giovani musicisti, Samuele Ghezzi (voce/armonica), Alessandro Ruocco (batteria), Andrea Ruocco (contrabbasso) e Paolo Tiago Murari (chitarra), che in realtà collaboravano già da molto tempo insieme, seppur in diverse formazioni. Un vero e proprio caleidoscopio che passa da tre forti poli d'attrazione: il blues, il rock 'n roll ed il jazz. Difficilmente collocabile il suono del gruppo ha un dato fondamentale imprescindibile: la libertà, il rischio dell'improvvisazione. Si chiamano "Curly Frog & The Blues Bringers" che deriva dalla copertina del vinile del '69 di Muddy Waters "After Rain", dove Mud tiene in mano una rana.
La musica che scaturisce da questa line up è il risultato di un "sound" che nel corso degli anni, ha amalgamato i cinque musicisti attraverso esperienze e contaminazioni musicali tra le più disparate. Gran parte di quello che suonano è però frutto della loro improvvisazione che è il fattore che li contraddistingue. Il 27 ottobre 2012 si aggiudicano il 1° premio al CoverOltreFestival suonando 3 brani del leggendario Ray Charles Robinson. Successivamente, nell' estate del 2013 presso il "Gulliver Studio", grazie al premio vinto, hanno registrato il loro primo album "Bluesabilly" con quattro canzoni originali e sei cover. Il 2014 è stato un anno di rinnovamento e cambiamento. Fondamentale il ritorno di Francesco Mosna alla chitarra e la creazione di varie possibilità sonore in diverse situazioni. Le formazioni live diventano variabili, dal trio rockabilly al quartetto bluegrass o dal quartetto blues al quintetto che li comprende tutti. Nel febbraio 2015 sono volati a Berlino per incidere il loro vero e proprio CD "OWT" composto da 14 brani originali presso lo studio analogico con strumentazione vintage "Lightning Recorders".
Nell'ottobre del 2015 si sono aggiudicati il primo premio al concorso "Music 4 the Next Generation" reinterpretando in stile bluegrass la danza ungherese n°5 di J. Brahms insieme all'orchestra classica Haydn.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Al Muse una foresta di luce, da ascoltare

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2020 al 31 maggio 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Un vestito, una foto, un reperto egizio: il Museo di Riva del Garda online

    • Gratis
    • dal 26 marzo al 28 maggio 2021
    • MAG Museo Alto Garda
  • SalotTEENS: idee a confronto, quattro chiacchiere sul divano con i teenager

    • Gratis
    • dal 18 febbraio 2018 al 13 maggio 2021
    • https://www.facebook.com/musetrento
  • Trento Film Festival: quattro film per raccontarne la storia, gratis sul sito di Historylab

    • Gratis
    • dal 3 al 30 aprile 2021
    • Evento Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento