Graffiti: il Comune ha individuato otto "muri legali" sui quali disegnare liberamente

Quattro muri "palestra" sui quali disegnare senza autorizzazione, ed altri quattro "Hall of fame" per progetti più consistenti. Ecco dove si trovano e come partecipare

Il murales realizzato grazie al tavolo Street Art al sottopassaggio Bermax di Trento Nord

Writers, agitate le bombolette: il Comune di Trento in accordo con il Tavolo Street Art Trento ha individuato dei "muri legali", ovvero dei muri di proprietà pubblica sui quali realizzare graffiti e murales non sarà vietato ma, anzi, caldamente consigliato.

Questi "muri legali" sono divisi in due categorie: muri legali liberi e muri "Hall of fame. I primi sono dei muri "palestra" dove i writers, senza autorizzazioni particolari e in qualsiasi momento, possono esercitarsi su spazi legali.

Attualmente i muri "palestra" sono quattro e si trovano al sottopasso di via Jedin, al parco Duca d'Aosta in via Matteotti, al Parco di Melta ed in via Filari Longhi a Ravina in prossimità del complesso Itea. Qui ogni writer potrà liberamente esprimere la propria fantasia, senza bisogno di richiedere alcuna autorizzazione.

La seconda categoria riguarda delle vere e proprie "Hall of fame" della street art. Sono dei muri regolamentati che puntano a migliorare la qualità dei lavori artistici dei writers, permettendo loro di esprimersi su spazi legali, e a farli conoscere dal pubblico. Anche in questo caso ne sono stati individuati quattro: in Via Dòs Trento, al sottopasso di via Venezia e due al sottopasso ferroviario di Povo in via dei Valoni.

I muri "Hall of fame" sono assegnati ai writers che ne faranno richiesta su prenotazione attraverso la "scheda adesione" disponibile sul sito delle Politiche Giovanili. A questi sarà consegnato un permesso temporaneo nominale, che darà loro la possibilità di prendersi cura ed essere responsabili di un determinato muro per 2 mesi.

Tutti i muri "legali" sono riconoscibili dalle targhe affisse: 'Muri Liberi' e 'Hall of fame'. I quattro muri liberi sono a disposizione degli artisti fin da ora, mentre i quattro muri della Hall of fame, divisi per lotti, saranno a disposizione dei writers dopo la metà di marzo 2018. Le schede tecniche dei muri ed i due regolamenti sono disponibili sul sito www.trentogiovani.it (clicca qui)
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento