menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le biblioteche trentine diventano digitali, è un successo: 1.600 iscritti, ecco il libri ed i giornali più richiesti

La piattaforma online ha quintuplicato gli utenti, la Provincia pensa di stanziare nuove risorse per ampliare il servizio

Con la quarantena i trentini si riscoprono lettori: sono 1.635 gli utenti che dall'iizio del mese di marzo, hanno fatto richiesta di iscrizione alla piattaforma MedialibraryOline creata dalle Biblioteche del Trentino. Il sito permette di poter scegliere tra una vastissima proposta di libri in digitale ed audiolibri.

Tanto per farsi un'idea del successo che ha avuto la piattaforma con l'emergenza coronavirus si tenga presente che prima le iscrizioni erano nell'ordine delle centinaia: 332 a gennaio, 264 a febbraio. Gli utenti hanno preso a prestito, a marzo, 9.402 documenti tra e-book di narrativa e saggistica per adulti, bambini e ragazzi e audiolibri. A febbraio erano stati 5.744, a gennaio 5.942. 

Qualche curiosità oltre ai numeri: i tre e-book più letti a marzo sono stati "I leoni di Sicilia" di Stefania Auci, "La casa delle voci" di Donato Carrisi e "Lungo petalo" di mare di Isabel Allende. I tre audiolibri più ascoltati sono stati: La ragazza con la treccia di Dacia Maraini, Cuore di Edmondo De Amicis e Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne.

Accedi al sito: ecco come fare

Anche l'edicola, che conta più di 7.000 testate italiane e straniere, è stata molto consultata (106.027 consultazioni a marzo, di cui 31.102 all'edicola italiana). Le tre testate più lette sono state “Il corriere della sera”, “La Repubblica” e il “Corriere del Trentino”. Accedendo alla piattaforma è anche possibile ascoltare musica, sia in streaming che in download, consultare banche dati, seguire corsi di formazione online (e-learning).

Per far fronte al numero crescente di richieste le biblioteche hanno incrementato l’acquisto di ebook: a fine marzo erano disponibili più di 40.000 titoli. Inoltre sostengono il pay per view del catalogo Giunti-Bompiani. Anche il servizio di Prestito interbibliotecario digitale - sostenuto dall'Ufficio per il Sistema bibliotecario trentino - è molto richiesto e per farvi fronte la Provincia autonoma di Trento ha stanziato risorse aggiuntive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento