menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Filmfestival: vince una storia transessuale, gran finale con la proiezione dei film premiati

"Señorita Marìa, la falda de la montaña" vince il 66à Trento Filmfestival, ecco la motivazione. Oggi e domani le ultime proiezioni

"Señorita Marìa, la falda de la montaña", film chhe racconta la storia di Maria Luisa, contadina transessuale colombiana, ha vinto il 66° Trento Film Festival. La giuria internazionale composta dallo scrittore italiano Paolo Cognetti, dall’artista e direttore del Dutch Mountain Film Festival Toon Hezemans, dalla produttrice cinematografica inglese Katie Moore, dal regista cinematografico altoatesino Ronny Trocker e dalla critica cinematografica, sceneggiatrice e produttrice giapponese Emi Ueyama, ha assegnato la prestigiosa Genziana d’oro al film di Ruben Mendoza.

Questa la  motivazione: “Decretato vincitore unanime, questo film meravigliosamente realizzato mostra come una piccola storia ambientata in un villaggio possa abbracciare i temi più ampi della contemporaneità, risuonando oltre gli angusti confini del paesaggio montano. Forse più forte di qualsiasi protagonista di film di montagna, Marìa ha bisogno di molto coraggio per essere se stessa, ferma nella convinzione di fare la volontà di Dio. Con un’enorme attenzione ai dettagli, sensibilità e nessuna tensione al ridicolo, il regista ci invita a immergerci nel mondo di Marìa, a vedere attraverso i suoi occhi. Mentre l’accompagniamo in momenti intimi, condividendo pensieri ed emozioni, la musica aggiunge un ulteriore livello alla storia, portandoci alla scoperta di un personaggio memorabile”.

Gran finale questa sera alle 20:30 al Cinema Vittoria Trento con la consegna dei premi ufficiali del Concorso seguita dall'imperdibile anteprima italiana di Resina, film girato a Luserna in Trentino, che racconta di un coro di montagna e della lingua e cultura cimbra, a presentarlo ci saranno il regista Renzo Carbonera e la protagonista Maria Roveran.

Inoltre questa sera e domani, domenica 6 maggio, ci saranno le proiezioni al Cinema Multisala Modena e al Supercinema Vittoria di tutti i film premiati e la replica di due dei film più attesi di questa edizione, "Moser. Scacco al tempo" di Nello Correale e "Holy Mountain" di Reinhold Messner. Per la sezione Family "Moomins and the Winter Wonderland": in anteprima italiana, il film con protagonisti i simpatici personaggi creati dalla scrittrice finlandese Tove Jansson, amati in tutto il mondo da bambini e adulti, attraverso libri, fumetti, serie tv e film. Ilprogramma delle proiezioni è disponibile sul sito del Trento Film Festival a questo link: clicca qui...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento