Concerto di Carnevale Orchestra Haydn, galà di capolavori viennesi diretti da Michael Tomaschek

GALA' DI CAPOLAVORI VIENNESI

IL CONCERTO DI CARNEVALE

DELL'ORCHESTRA HAYDN

AL TEATRO VALLE DEI LAGHI

Michael Tomaschek, direttore
Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

Musiche di Johann Strauss senior, Johann Strauss junior, Josef Strauss e Franz von Suppé

Stando ad un sondaggio d'opinione del 1890, Johann Strauss junior, l'esponente di spicco della famiglia viennese che aveva legato la propria fortuna e fama al valzer, faceva parte della terna dei personaggi che godevano di maggior popolarità in Europa.

Nonostante i suoi 74 anni Johann era qualificato come «junior» per distinguerlo da Johann «senior» il padre, fondatore nel 1825 dell'azienda ‑ dinastia musicale degli Strauss i cui valzer, polke, marce rappresentarono nel corso del secolo la colonna sonora dell'impero asburgico, al pari di questo un impero musicale sovrannazionale che godette del plauso e del favore incondizionato dei musicisti, dei critici, del pubblico ovunque gli Strauss approdassero.

Johann Junior era salito per la prima volta sul podio il 15 ottobre 1844 e suo malgrado fu subito in «guerra» con il padre che aveva ferocemente contrastato i suoi studi musicali (e quelli dei fratelli Joseph ed Eduard) compiuti in gran segreto sotto l'ala protettiva della madre Anna. Da allora l'orchestra del padre si affiancò a quella del figlio con una rigorosa ripartizione dei locali e del pubblico viennese. Nel 1849 Johann senior morì lasciando campo aperto a Johann junior che riunì le orchestre, coinvolse grazie all'abile regia materna, guida spirituale della famiglia, i fratelli Joseph e Eduard per far fronte agli accresciuti impegni, avviando un unico e compatto impero musical ‑ commerciale che sbaragliò ogni concorrente. Gli Strauss non si sentirono mai «eroi della grande musica» ma neppure vennero mai ostracizzati dai musicisti «non commerciali» che non mancarono mai di esternare stima e simpatia nei loro confronti. Wagner aveva definito Johann junior «la merce più musicale d'Europa» e wagneriani convinti furono anche i fratelli Joseph e Eduard.

Con Liszt i rapporti furono amichevoli e artisticamente fruttuosi: suonarono infatti insieme e la forma del suo poema sinfonico influenzò quella del Kaiserwalzer. Abituale di casa Strauss fu Johannes Brahms che in calce alle prime battute dei «Danubio» annotò: «Sfortunatamente non scritto da Johannes Brahms».

Gli Strauss con i loro capolavori assoluti saranno ancora una volta protagonisti del programma di carnevale che l'Orchestra Haydn proporrà a VEZZANO (giovedì 27 febbraio, Teatro Valle dei Laghi, ore 20.45).

Sul podio dell'Orchestra salirà per la prima volta l'austriaco Michael Tomaschek. Nato nel 1954 a Gmünd, in Austria, dal 1964 al 1968 ha fatto parte dei Wiener Sängerknaben, studiando poi musica a Vienna e ad Amburgo dal 1972 al 1978. Dal 1978 Tomaschek è stato maestro sostituto presso il Theater an der Wien di Vienna; dal 1980 ha svolto attività di direttore d'orchestra al Landestheater di Salisburgo (fino al 1982), al teatro d'opera di Città del Capo (dal 1982 al 1986) e al Theater an der Wien di Vienna (stagione 1986/87). Direttore del coro della Volksoper di Vienna dal 1987, dal 1990 vi è attivo anche quale Kapellmeister; inoltre dal 1990 al 1996 ha diretto il coro del festival di Bregenz.
Dal 1995 Michael Tomaschek dirige la Johann Strauß Capelle Wien, specializzata nell'esecuzione dei valzer viennesi, con la quale ha compiuto più di sessanta tournées in Europa, nell'America Settentrionale e Meridionale, nel Medio Oriente e in Asia. Negli ultimi anni ha diretto numerosi concerti di capodanno a Shanghai, a Hong Kong e a Macao; nell'ambito degli scambi culturali austriaco-cinesi nel 2007 ha diretto un concerto di gala nella Sala d'oro del Musikverein di Vienna. Nel 2005 ha diretto nove produzioni del Pipistrello di Johann Strauss e della Vedova allegra di Franz Lehár al Teatro Verdi di Trieste. Nel 2006 gli è stato conferito il titolo di professore dalla Repubblica Austriaca. Dal 2007 egli direttore artistico del festival d'operetta di Kufstein.

Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

Costituitasi nel 1960 per iniziativa delle Province e dei Comuni di Trento e Bolzano, l'Orchestra Haydn è stata ospite dei principali sodalizi concertistici italiani ed ha preso parte a numerosi festival, esibendosi in vari stati europei, negli usa e in Giappone.

Nel corso di oltre cinquant'anni di attività l'Orchestra si è fatta interprete di un ampio catalogo di opere che ha spaziato in tutti i generi musicali, dal barocco fino ai compositori contemporanei.

In più occasioni autori come Dallapiccola, Nono, Berio, Donatoni, Battistelli e D'Amico le hanno affidato lavori in prima esecuzione assoluta. Inoltre, sono ad oggi innumerevoli le presenze di grandi artisti alla guida della formazione sinfonica del Trentino-Alto Adige, sul cui podio sono saliti fra gli altri Riccardo Chailly, Eliahu Inbal, Alain Lombard, Jesús López-Cobos, Riccardo Muti, Daniel Oren, José Serebrier e Alberto Zedda.

Biglietti: 15/13 euro, L'appuntamento è FUORI ABBONAMENTO alla rassegna "Specchi Riflessi"
Realizzato in co-produzione con la Fondazione Orchestra Haydn, l'evento è ospitato all'interno de La stagione del Teatro Valle dei Laghi, organizzata da Fondazione Aida con la Comunità Valle dei Laghi che raggruppa i Comuni di Calavino, Cavedine, Lasino, Padergnone, Terlago, Vezzano e la collaborazione della Cassa Rurale Valle dei Laghi e il patrocinio di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, Consorzio Pro Loco Valle dei Laghi.

Teatro Valle dei Laghi
Via Stoppani, loc. Lusan Vezzano (TN) - Tel 0461/ 340158 - info@teatrovalledeilaghi.it - www.teatrovalledeilaghi.it - www.facebook.com/teatrovalledeilaghi

Informazioni per la stampa e accrediti:
Ufficio Stampa - Monica Fattorelli
tel. 045 800 1471 - 045 595284 - e-mail: stampa@f-aida.it - www.fondazioneaida.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Il viaggio di Stregoni al Film Festival: musica mondiale nella "fortezza Europa"

    • Gratis
    • 8 maggio 2021
    • Evento Online

I più visti

  • Al Muse una foresta di luce, da ascoltare

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2020 al 31 maggio 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Trento Film Festival: quattro film per raccontarne la storia, gratis sul sito di Historylab

    • Gratis
    • dal 3 al 30 aprile 2021
    • Evento Online
  • Un vestito, una foto, un reperto egizio: il Museo di Riva del Garda online

    • Gratis
    • dal 26 marzo al 28 maggio 2021
    • MAG Museo Alto Garda
  • SalotTEENS: idee a confronto, quattro chiacchiere sul divano con i teenager

    • Gratis
    • dal 18 febbraio 2018 al 13 maggio 2021
    • https://www.facebook.com/musetrento
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento