Cantando Venezuela a Martignano

Martedì 24 luglio con inizio alle ore 20,30 presso la Casa Parrocchiale di Martignano (TN) la cantante venezuelana Beatriz Blanco si esibirà nel corso della serata dal titolo “Cantando Venezuela: speranza per un futuro migliore”.

Nel corso dello spettacolo l’artista latino-americana presenterà il suo disco “¡ Tan Lejos!”, intercalando le canzoni popolari e folcloristiche del proprio paese con composizioni proprie e di famosi compositori venezuelani.

Ma accanto alla propria performance canora Beatriz Blanco, proporrà la propria testimonianza di ciò che il Venezuela sta drammaticamente vivendo oggi fra crisi economica, politica e sociale.

Una serata informale, dunque, piena di nostalgia, ma anche di allegria e speranza che caratterizza il popolo sudamericano alla ricerca di un futuro migliore.

Beatriz Blando è nata a Caracas (Venezuela) ed ha studiato canto all’Accademy of Music di Cracovia (Polonia) con la prof.ssa Helena Lazarská ed all’Accademia della Musica “F. Chopin Society of Warsaw” con la prof. Kazimiera Golawskiej. Ha perfezionato le sue abilità vocali con maestri come Adele Stolte, Cosotto Fiorenza e Teresa Berganzy. E’ la vincitrice del secondo premio del Concorso internazionale di Canto “Carmen Teresa de Hurtado” (Caracas, settembre 1989). Come solista si è esibita in Venezuela, Brasile, Spagna, Francia e Germania.

L’ingresso è libero.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Caravaggio, Burri, Pasolini: la grande mostra al Mart

    • dal 9 ottobre 2020 al 5 aprile 2021
    • Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea
  • Torna il cineforum del San Marco

    • dal 22 settembre 2020 al 16 marzo 2021
    • Teatro San Marco
  • Valle dei Laghi: escursioni a piedi e a cavallo

    • dal 23 gennaio al 27 febbraio 2021
  • Al Muse una foresta di luce, da ascoltare

    • Gratis
    • dal 18 dicembre 2020 al 31 maggio 2021
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento