rotate-mobile
Eventi San Giuseppe / Via Roberto da Sanseverino

Dopo i ritratti di McCurry alle Albere arrivano gli animali di Rigoni Stern

Nuova mostra a Trento per un'inedita esplorazione tra arte e scienza in omaggio al grande scrittore di montagna

Dopo le fotografie di McCurry al Palazzo delle Albere arrivano gli animali di Rigoni Stern. La nuova mostra, che sarà inaugurata venerdì 22 ottobre a Trento nell'antica residenza estiva dei principi vescovi oggi sede condivisa da Muse e Mart, è un omaggio al grande narratore dell'ambiente alpino a cent'anni dalla nascita. Le opere esposte sono circa una settantina tra sculture, fotografie e dipinti, compresa la grande sagoma lignea di un cervo rosso, alta circa 4 metri, installata nel giardino del museo, che ha già attirato la curiosità dei trentini. A ogni autore, molti dei quali furono grandi amici dello scrittore, corrisponde un’area intitolata a uno o più degli animali narrati da Rigoni Stern.  

Buonconsiglio: ultimi giorni di mostra

I protagonisti, proprio come nei romanzi dello scrittore veneto, saranno olpi, orsi, urogalli, cervi, tassi, pernici, aquile, immaginati e rappresentati da?15 artisti?che lavorano in campo ambientale. Pittori, fotografi, scultori e artisti ambientali sono stati chiamati a lavorare a questa inedita esplorazione in territori in cui arte e scienza si ritrovano in dialogo con l'ambiente. "Un mondo che, per Rigoni Stern, era “salvifico” e “da salvare” - spiega il curatore della mostra Fiorenzo Degasperi -. Un omaggio alla sua scrittura asciutta, limpida ed evocativa, e agli animali che ha incontrato e raccontato durante la sua vita di uomo di montagna, di cimbro dell’Altipiano".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo i ritratti di McCurry alle Albere arrivano gli animali di Rigoni Stern

TrentoToday è in caricamento