Notte degli Alambicchi già (quasi) da "tutto esaurito"

E' già un successo la 12esima edizione del tradizionale appuntamento con la grappa trentina

Notte degli alambicchi accesi: ad una settimana dall'evento il tour delle distillerie di Santa Massenza, appuntamento ormai classico del Ponte dell'Immacolata, è quasi da tutto esaurito. La manifestazione che vede protagonista la grappa artigianale trentina, piace a trentini e turisti. Teatro della manifestazione è l’incantevole borgo della Valle dei Laghi con le performance della Compagnia Teatrale Koinè in una cornice di pubblico sempre più numeroso. Ultimi posti disponibili per gli spettacoli del 6 dicembre.

Dal 6 all'8 dicembre l'affascinante borgo di Santa Massenza di Vallelaghi, si anima per celebrare uno dei suoi prodotti simbolo, la grappa artigianale trentina, tradizione secolare intimamente legata alla storia e alla cultura di queste terre, portata avanti con determinazione da cinque distillerie a conduzione familiare: Distilleria Casimiro, Distilleria Francesco, Distilleria Giovanni Poli, Distilleria Giulio & Mauro e Maxentia.

L'iniziativa è nata 12 anni fa da un'intuizione dell’Associazione culturale “Santa Massenza piccola Nizza de Trent” ed è organizzata con il supporto di APT Trento Monte Bondone Valle dei Laghi e Trentino Marketing e il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.

L’appuntamento è ormai un vero e proprio "classico" capace di richiamare in Valle dei Laghi un sempre più folto pubblico di appassionati e curiosi provenienti da tutta la Penisola, che per qualche giorno stravolgono gioiosamente i ritmi di un borgo che conta poco più di cento residenti.

Il cuore della kermesse è lo spettacolo itinerante degli attori della compagnia teatrale Koinè, che illustra, con tono divulgativo e divertente e un generoso pizzico di ironia, gli aspetti fisici, storici e antropologici dell’arte della distillazione della grappa trentina, praticata da distillatori che utilizzano modeste quantità quando la vinaccia è ancora fresca e profumata e prediligono un riscaldamento uniforme, lento e continuo del contenuto, al fine di ottenere una migliore estrazione degli aromi.

Gli spettatori vengono divisi in gruppi, dotati di radiocuffie e guidati dall’inconfondibile voce narrante del conduttore tv Patrizio Roversi, all’interno delle cinque distillerie del paese. Ognuna si trasforma così nel palcoscenico dove mettere in scena i cinque episodi che compongono lo spettacolo.

Ogni tappa rappresenta l’occasione anche per degustare una delle grappe proposte: tra queste, la grappa di Nosiola, vitigno rappresentativo della Valle dei Laghi e unica varietà a bacca bianca autoctona della provincia, quella di Vino Santo, vera chicca ottenuta dalle vinacce degli acini di Nosiola lasciati appassire fino a primavera, e quella di Rebo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Già tutto esaurito per gli spettacoli di sabato 7 e domenica 8 dicembre, rimane la possibilità di assistere a questo particolarissimo spettacolo nella serata di venerdì 6 dicembre, alle 17.00 oppure alle 21.00. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento