menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto, video e intervista: Simone Prioli

foto, video e intervista: Simone Prioli

Rockin'1000, suonano in mille per chiamare i Foo Fighters: i trentini ci sono...

L'idea nata da un fan di Cesena per riportare i Foo Fighters in Romagna ha contagiato mille musicisti, tra cui anche nove trentini, che ci hanno raccontato questa incredibile esperienza: suonare all'unisono un brano dei propri idoli, da mandare come "appello" per vederli dal vivo...

Un appello musicale ai mitici Foo Fighters perchè tornino a suonare in Italia, un appello in musica, firmado da mille fan e destinato ad entrare nel Guinnes dei Primati. C'era anche un nutrito gruppo di trentini tra i Rockin'1000 ovvero i mille fan (in realtà erano 950...ma fa poca diferenza) che domenica pomeriggio a Cesena hanno omaggiato la band americana suonando il loro brano Learn to Fly all'unisono. L'idea è nata da un fan romagnolo che voleva fare qualcosa per riportare i Foo Fighters in Romagna dopo 18 anni. In poco tempo è nato un crowdfunding con il quale sono stati raccolti circa 40.000 euro, e sono partite le iscrizioni per cercare i "mille".

Tra i circa 350 chitarristi c'erano anche i trentini Simone Prioli, Mattia Pessina e Gabriele Franch così come Federico Plati, Caterina De Giovanelli e Stefano Negri tra i 150 bassisti. Cristiano Corradini ed Elisa Olaizola hanno cantato insieme ad altri 250 cantanti e Diego Holzer ha suonato insieme a 250 batteristi. Un'esperienza davvero particolare. Ce la racconta Simone: "Da musicista è stata un'emozione incredibile, difficile descriverla a parole, sentire tutto quel suonoe vedere tutta quella gente insieme è stato straordinario; non sono ancora riuscito a togliermi il sorriso dalla faccia".

Può sembrare difficile coordinare una "band" composta da mille elementi, ma quando si parla lo stesso linguaggio, quello della musica, e si condivide la stessa passione le cose vengono da sè (vedi il video della jam session improvvisata, qui sotto), al resto ha pensato l'organizzazione dell'evento: "un'organizzazione fantastica, tutto si è svolto in un pratone gigante al parco ippodromo a Cesena, la mattina siamo arrivati tutti noi musicisti e ci hanno fatto montare la strumentazione secondo un ordine ben preciso" spiega Simone.

A dirigere “i 1000 di Cesena” c’era Marco Sabiu, uno dei più giovani (ed estrosi) maestri d’orchestra italiani e non nuovo alle sonorità pop-rock (già direttore d’orchestra per Luciano Ligabue, Take That e Kylie Minogue). Sabiu, che è residente a Forlì, ha subito accettato di dirigere la band in questa folle ed emozionante impresa.

ROCKIN'1000: I TRENTINI CI SONO, guarda il video di Elisabetta Odorizzi, clicca qui...

Simone e gli altri trentini hanno risposto alla chiamata e sono arrivati a Cesena con la loro attrezzatura e parecchia curiosità. "Visto l'evento della domenica la città di Cesena ha deciso di dedicare tutto il weekend ai Foo Fighters ed ai mille musicisti: venerdì in città ci sono stati concerti con una ventina di gruppi, sabato una festa a Cesenatico, ovviamentea in tema, dove abbiamo potuto conoscere meglio gli organizzatori e l'idea che sta dietro l'evento: è partito tutto da una persona, un ragazzo che ha avuto l'illuminazione ed ha coinvolto sempre più persone, anche questo è abbastanza incredibile".

La domenica ad attenderli c'era un'atmosfera da grande concerto: "Alle due è iniziato il soundcheck dove provavano le varie sezioni prima separate e poi tutti assieme, alle 16.30 abbiamo registrato l'audio, alle 18 il video e alle 20 l'appello da mandare ai Foo Fighters" racconta Simone. Il video ufficiale sarà pronto tra pochi giorni. Ora toccherà a Dave Grohl e soci rispondere all'appello, ma sarà difficile non accontentare un migliaio di fan davvero speciali. (Altri racconti, e foto su CesenaToday.it, clicca qui)1000-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento