menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vigneto biologico a San Michele all'Adige

Vigneto biologico a San Michele all'Adige

In Trentino 1000 ettari di vigneti biologici, crescita esponenziale in dieci anni

Nel 2008 erano 118 ed ora sono quasi 1000 gli ettari destinati alla viticoltura biologica in Trentino, il focus a San Michele all'Adige

Non più solo un settore di nicchia o di moda. Il biologico, anche in Trentino sta crescendo notevolmente. Stando ai dati della Provincia autonoma di Trento, si è passati dal 2008 al 2017 da 118 a 970 ettari. Nel primo semestre 2018, inoltre, si è raggiunta la soglia dei 1000 ettari, il 10% dell’intera superficie vitata provinciale. 

Un obiettivo, quello della produzione biologica, scelto da molte aziende leader del settore viti-enologico, opportunamente supportate in queste scelte dalle attività di consulenza tecnica e sperimentazione fornite dalla Fondazione Mach, a San Michele all'Adige, dove oggi più di 300 viticoltori hanno preso parte alla consueta giornata tecnica biologica organizzata in collaborazione con il Centro di sperimentazione Laimburg della Provincia autonoma di Bolzano.

"La forte presenza di viticoltori oggi è un segno importante di come il comparto biologico sia in costante crescita - afferma Claudio Ioriatti, dirigente del Centro Trasferimento TecnologicoNegli ultimi anni San Michele si è impegnato ed ha investito molto, tanto da raddoppiare il personale della consulenza e della sperimentazione, ed ha puntato anche sulla formazione con corsi specifici per agricoltori, per la scuola superiore e per il corso di laurea".

"Nell'ultimo anno nove famiglie italiane su dieci hanno acquistato durante l’anno prodotti biologici - ha spiegato Enzo Mescalchin, responsabile del Dipartimento Ambiente e agricoltura di montagna del Centro Trasferimento Tecnologico, citando il Rapporto ISMEA - Inoltre l’incidenza del bio sui consumi degli italiani ammonta al 3%, ed il vino sta avendo un costante incremento di domanda interna ed estera. Una tendenza che è stata ben interpretata dalle aziende trentine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento