Vendemmia: l'enologo delle Cantine Ferrari traccia un bilancio delle uve da spumante

"Difficile trovare la perfezione con annate del genere" commenta Ruben Larentis, enologo della celebre cantina

Vendemmia in ritardo per le uve da spumante, che si presentano con un buon contenuto zuccherino ma difettose dal punto di vista dello sviluppo aromatico. Ruben Larentis, enologo delle cantine Ferrari, commenta l'andamento della stagione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le piogge di giugno e luglio hanno favorito un eccesso di vigoria delle viti, soprattutto se allevate a pergola, prolungando i tempi di maturazione dei grappoli. L’uva si presentava però completamente esente da Botrite che rilascia nel vino sostanze ossidanti. Non c’erano segni di oidio che incide negativamente sul profumo dell’uva. L’accumulo degli zuccheri è stato fin troppo elevato, tanto da escludere l’aggiunta legale di saccarosio. Buono il contenuto acido malico. Ottimale il contenuto di azoto assimilabile dai lieviti. L’unico parametro a fare parzialmente difetto è la maturità aromatica degli acini. In annate come questa - conclude Larentis - è difficile trovare la perfezione, anche nei vigneti ben curati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: altri 7 decessi in Trentino. Nuova restrizione: "Non si esce dal Comune in cui ci si trova"

Torna su
TrentoToday è in caricamento