Truffa delle case vacanza dalla Sardegna a Campiglio: sgominata banda al femminile

Quattro donne denunciate per truffa, solito copione ma questa volta ad ampio raggio: da Cortina alle coste toscane

Case vacanza inesistenti dalla Sardegna a Madonna di Campilio, passando per prestigiose località turistiche come Livigno, l'Isola d'Elba, e perfino Cortina. Una banda di truffatori è stata sgominata dai carabinieri di Pavia dopo quasi tre anni di indagini. Una banda tutta al femminile: quattro donne, una residente in provincia  di Cagliari, le alltre nel milanese, 24 anni la più giovane e 76 la più anziana. 

Le truffatrici proponevano alle vittime case in affitto anche in Trentino, utilizzando siti internet ma anche mail e numeri di telefono otteuti illeitamente. Le accuse sono di truffa, sostituzione di persona ed associazione a delinquere. Come spesso accade in questi casi il versamento della caparra era obbligatorio, l'acconto veniva quindi incassato subito e le vittime si accorgevano della truffa troppo tardi, a volte anche giunti sul lugo delle vacanze e constatando di persona l'inesistenza dell'appartamento. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento