rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Economia

Sostegno alle attività, tantissime richieste arrivate: esaurimento del fondo

La maggior parte delle domande prevede interventi per acquisto di macchinari e attrezzature (52%), seguono le domande per le dotazioni informatiche (45%), le domande per arredi e corpi illuminanti (42%) e chiudono le richieste per opere edili e murarie (12%)

Sono quarantuno le domande arrivate in comune a Trento per il Fondo di sostegno e riqualificazione delle attività economiche istituito durante l'estate del 2021 e che hanno già assorbito la somma stanziata di 500mila euro.

Un’altra trentina di richieste sono in attesa e potranno essere accolte nel caso in cui i 200mila euro riservati alla riqualificazione acustica non dovessero essere richiesti e impiegati per lo scopo. Le domande attualmente presentabili, dunque riguardano solo questa parte.

Gli interessati sono stati informati che la verifica sarà effettuata solo dopo il 20 dicembre, giorno in cui è stata fissata la scadenza di presentazione delle domande per la riqualificazione acustica.

Dettagli delle richieste e dei richiedenti

Da una prima analisi delle domande di contributo pervenute, la maggior parte prevede interventi per acquisto di macchinari e attrezzature (52%), seguono le domande per le dotazioni informatiche (45%), le domande per arredi e corpi illuminanti (42%) e chiudono le richieste per opere edili e murarie (12%). La gran parte delle richieste racchiude diversi interventi.

Per quanto riguarda le categorie dei richiedenti le domande si ripartiscono così: 49%  ristoranti, 19,5% pubblici esercizi; 14,4% commercio al dettaglio; 12% servizi e 5% artigiani.

Il Fondo per il sostegno e la riqualificazione delle attività economiche del Comune di Trento era stato istituito ad agosto per destinare 700mila euro al sostegno delle micro-imprese per

  • interventi finalizzati alla riqualificazione acustica;
  • spese per opere edili, murarie e adeguamento degli impianti;
  • acquisto di macchinari, attrezzature ed apparecchi e impianti per la diffusione sonora provvisti di limitatore audio;
  • acquisto di arredi e corpi illuminanti;
  • adozione/aggiornamento di dotazioni informatiche.

Le risorse in campo, pari a 700mila euro, sono destinate per l’importo di 200mila euro prioritariamente agli interventi finalizzati alla riqualificazione acustica; in caso di utilizzo parziale dei fondi destinati a tale intervento per insufficiente numero di domande, si destineranno le somme residue prioritariamente al finanziamento dell’acquisto di impianti per la diffusione sonora provvisti di limitatore audio e, in seconda battuta, a tutti gli altri interventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostegno alle attività, tantissime richieste arrivate: esaurimento del fondo

TrentoToday è in caricamento