Economia

Società di capitali verso i "mini-bond", Bolzano fa la parte del leone

Il numero più consistente di aziende che potrebbe accedere al mercato obbligazionario è in provincia di Bolzano, 159 eccellenze pari al 55,6% del totale regionale. Trento, invece, con 127 casi si colloca in 22 esima posizione

In Trentino Alto Adige sono 286 le società di capitali che presentano le caratteristiche potenziali per poter accedere al mercato dei cosiddetti “mini-bond” e più in generale delle obbligazioni, quindi con la possibilità di raccogliere le risorse finanziarie necessarie a sostenere piani di sviluppo o di espansione anche internazionale. I dati emergono dallo studio realizzato nel mese di ottobre da Crif Rating Agency e rivelano che su 10.457 campioni dell’economia nazionale, quelle localizzate in Trentino Alto Adige rappresentano una quota pari al 2,7% del totale (ben superiore all'incidenza della numerosità delle imprese attive sul territorio), collocando il trentino Alto Adige all'8° posto assoluto del ranking.

Il numero più consistente di aziende che potrebbe accedere al mercato obbligazionario è in provincia di Bolzano, che con 159 eccellenze vale il 55,6% del totale regionale e l' 1,5% del totale nazionale (18° posto assoluto nel ranking). La provincia di Trento, invece, con 127 casi e una quota dell' 1,2% sul totale nazionale si colloca in 22 esima posizione nella graduatoria assoluta. Complessivamente, dallo studio emerge una concentrazione prevalente nelle regioni del Nord-Ovest, con il 43% del totale nazionale. Seguono a distanza quelle del Nord-Est (28%), del Centro (17%) e del Sud e Isole (12%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Società di capitali verso i "mini-bond", Bolzano fa la parte del leone

TrentoToday è in caricamento