rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Scelte

Servizi per bambini, giovani e famiglie: la Giunta stanzia quasi 9 milioni per il triennio 

Interventi socio-educativi e di animazione, attività per favorire la conciliazione con il lavoro, ascolto e sostegno alla dimensione emotiva: il sistema integrato sarà co-progettato da Amministrazione comunale e soggetti del terzo settore

Quasi 9 milioni di euro sono stati stanziati dalla Giunta comunale di Trento per finanziare nel prossimo triennio un sistema integrato di servizi per bambini, giovani e famiglie del territorio della Val d’Adige. Saranno attivati interventi territoriali socio-educativi per bambini e ragazzi, interventi di animazione culturale, interventi di accompagnamento alla genitorialità, di conciliazione famiglia-lavoro, di ascolto e aiuto alla dimensione emotiva e psico-sociale della persona, interventi a favore dei giovani sia a livello individuale che di gruppo. Il progetto sarà finanziato per almeno un 5 per cento dai soggetti partner, l’avvio delle attività è previsto il 1° settembre 2023.

Attualmente i servizi per ragazzi e famiglie raggiungono un’utenza di circa 3000 persone all'anno, ma non tutte le attività, che per loro natura sono aperte, necessitano di una vera e propria iscrizione. I ragazzi e bambini seguiti dal servizio sociale che fruiscono di uno dei servizi sono circa 160.

La scelta di co-progettare e  gestire in  partnership con gli enti del terzo settore un “Sistema integrato di servizi, interventi ed opportunità per bambini, giovani e famiglie del territorio Val d’Adige” si fonda sul riconoscimento di un cambio di paradigma nei rapporti fra pubblico e privato che nel corso degli ultimi anni è passato, in particolare in ambito sociale, da logiche competitive a logiche di collaborazione fra ente pubblico, garante dell’interesse generale, ed enti del terzo settore portatori di conoscenze e competenze, distintive e specifiche in termini di vicinanza e prossimità alla cittadinanza.

La coprogettazione ha l’obiettivo di costruire un sistema integrato che offra risposte a problemi e bisogni tradizionali ma anche nuovi, attuali ed urgenti, nell’ambito dell’età evolutiva - dai primi anni di vita alla giovane età - e delle relazioni familiari.

La sfida che l’Amministrazione intende cogliere è quella di non fermarsi al mero affidamento di singoli servizi, ma di puntare alla costruzione di un sistema capace di rispondere in maniera integrata ai problemi sociali che riguardano trasversalmente le persone, per garantire, da un lato, i servizi socio-assistenziali e dall’altro la realizzazione di un insieme di interventi, progetti, azioni che puntino a costruire, insieme ai cittadini ed alle organizzazioni formali e informali del territorio, opportunità di prevenzione e risposta ai problemi, mediante l’attivazione di relazioni e legami sociali. I destinatari del sistema integrato sono tutti i bambini, ragazzi, giovani e famiglie del Territorio Val d’Adige. La coprogettazione si sviluppa lungo tre direttrici di intervento: spazi aperti di comunità, interventi trasversali per e con le famiglie, interventi trasversali per e con adolescenti e giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi per bambini, giovani e famiglie: la Giunta stanzia quasi 9 milioni per il triennio 

TrentoToday è in caricamento