Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia Rovereto / Viale Trento

Trentino Sviluppo, l'assessore Olivi ai soci: "Serve una svolta"

Assemblea di bilancio oggi per la partecipata, che chiude il 2013 in utile di soli 360mila euro, al netto degli accantonamenti per il Polo Meccatronica pari a 1,2 milioni. Olivi ha chiesto al nuovo Cda uno sforzo mirato per essere sempre meno il "pronto soccorso" delle aziende trentine

"A Trentino Sviluppo serve una svolta". E' quanto ha affermato l'assessore Alessandro Olivi questa mattina di fronte ai soci della partecipata provinciale riuniti in assemblea per approvare il bilancio 2013, in utile di 360mila euro al netto degli accantonamenti per il Polo di Meccatronica pari a 1,2 milioni di euro. Il patrimonio gestito è cresciuto fino ad attestarsi attorno al miliardo di euro. Al nuovo Cda Olivi ha chiesto "una svolta nella missione e nelle priorità: l'obiettivo è fare in modo che questa società sia sempre meno un pronto soccorso per le aziende e sempre più una clinica specializzata". Obiettivi principali dell'azione futura, secondo Olivi, sono l'internazionalizzazione, la convivenza e la collaborazione tra imprese dentro e fuori i poli tecnologici, il supporto a nuove idee e nuove imprese, "sburocratizzazione" dei servizi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentino Sviluppo, l'assessore Olivi ai soci: "Serve una svolta"

TrentoToday è in caricamento