rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Economia

Vola l'export trentino: +25,6% rispetto allo scorso anno

I dati della camera di commercio confermano la crescita per il terzo trimestre consecutivo

Continua anche nel terzo trimestre del 2021 la crescita delle esportazioni trentine. Lo evidenziano i dati Istat elaborato dall'ufficio studi e ricerche della camera di commercio di Trento, che confermano un trend ormai continuo dall'inizio dell'anno. 

Nel terzo trimestre del 2021 le vendite trentine all’estero registrano una crescita sostenuta pari al +25,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, percentuale che si conferma superiore ai livelli raggiunti sia nel nord-est (+13,0%) sia in tutta Italia (+13,6%). Il saldo commerciale, cioè la differenza tra importazioni ed esportazioni, è positivo per 365 milioni di euro: l'export vale poco più di un miliardo, con l'import che tocca quota 700 milioni.

L’Unione europea si conferma essere il principale mercato di riferimento per l’import-export della provincia di Trento. Nel terzo trimestre 2021, infatti, ha assorbito il 57,2% delle esportazioni locali e costituisce l’area da cui proviene il 74,1% delle importazioni.

export trentino 1-2

Considerando i singoli Paesi, la Germania rappresenta per il territorio provinciale il mercato verso cui si sono dirette merci per un valore che raggiunge i 178 milioni di euro, pari al 16,7% delle vendite effettuate sui mercati internazionali. A grande distanza seguono gli Stati Uniti con circa 126 milioni di euro (pari all’11,9% delle esportazioni complessive), la Francia con 104 milioni di euro (pari al 9,8%) e il Regno Unito con 97 milioni di euro (pari al 9,1%).

Con riferimento ai settori produttivi, le esportazioni sono costituite principalmente da prodotti dell’attività manifatturiera (più del 95% del valore complessivo). La quota maggiore è da attribuire ai "macchinari ed apparecchi" (18,9%), seguono i "prodotti alimentari e bevande" (18,0%), i "mezzi di trasporto" (12,0%), i "prodotti in metallo" e le "sostanze e i prodotti chimici" (entrambi con una quota dell’8,9%). Complessivamente questi cinque settori rappresentano quasi il 67% delle esportazioni provinciali.

Per quanto riguarda le importazioni (+35,3%), al primo posto si collocano "legno, prodotti in legno, carta e stampa" con il 16,8%, seguiti dai "mezzi di trasporto" con (13,1%), "sostanze e prodotti chimici" (11,7%), "prodotti alimentari e bevande" (9,9%) e "macchinari ed apparecchi" (9,4%).

export trentino 2-2

"In linea con quanto anticipato qualche giorno fa dalla nostra indagine congiunturale, i dati confermano i buoni risultati conseguiti dalle nostre imprese impegnate sui mercati internazionali. Da parte nostra è doveroso evidenziare che una parte rilevante dell'incremento del valore delle merci esportate è sicuramente effetto del rincaro dei prezzi di molte materie prime e del suo conseguente trasferimento sulle filiere produttive" commenta Giovanni Bort, presidente della camera di commercio di Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vola l'export trentino: +25,6% rispetto allo scorso anno

TrentoToday è in caricamento