menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributi per le imprese dell'autotrasporto: al via la presentazione delle domande

Le domande possono essere presentate entro le 15 di lunedì 16 novembre

C'è tempo fino alle 15 del prossimo 16 novembre per le imprese operanti nel settore dell’autotrasporto per presentare domanda per i contributi provinciali previsti per coloro che si impegnano a salvaguardare l’occupazione a seguito dell’emergenza economico-sanitaria da Covid-19. A darne notizia è l'ufficio stampa della provincia autonoma di Trento e sottolinea che come per le altre misure messe in campo per sostenere la ripresa del Trentino, la domanda dovrà essere presentata esclusivamente attraverso un’apposita piattaforma informatica, disponibile nella sezione «Contributi per le imprese di autotrasporto» del sito #RipartiTrentino. Per accedere alla procedura è necessario essere in possesso del sistema di identità digitale SPID.

La Provincia, con l’obiettivo di sostenere il settore dell’autotrasporto, ha adottato recentemente la disciplina che prevede la concessione di contributi, a fondo perduto, per il pagamento dei salari di un numero di addetti di cui viene evitato il licenziamento a causa dell’epidemia Covid-19 e rispetto ai quali l’impresa si impegna a mantenere il posto di lavoro per un periodo di almeno 24 mesi. L'impegno al mantenimento dei posti di lavoro deve derivare dalla stipula di un accordo sindacale, perfezionato prima della presentazione della domanda di contributo.

Requisiti principali per accedere al contributo sono l'iscrizione all’albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, senza vincoli e limiti, o alla sezione speciale per consorzi/cooperative e la disponibilità di almeno due veicoli, ciascuno di peso complessivo a pieno carico superiore a 30 tonnellate. Oltre a questi elementi sono previste come condizioni di accesso alla misura anche la sede legale o unità operativa nel territorio provinciale al 1° marzo 2020 e una riduzione del volume di attività nel periodo di osservazione.

Il contributo è determinato in relazione al numero di addetti che l’impresa si impegna a mantenere in forza per un periodo di almeno 24 mesi continuativi, documentato dal citato accordo sindacale, e nel limite massimo di 100 mila euro. Nella sezione dedicata del sito #RipartiTrentino è disponibile una tabella a supporto del calcolo delle unità lavorative per cui si vuole richiedere il contributo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento