menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagli ai patronati: sindacati in rivolta

Sindacati in rivolta anche in Trentino contro i tagli ai patronati previsti nella legge di stabilità: 150 milioni di euro in meno nel Fondo dedicato e riduzione del 35>% dell'aliquota previdenziale destinata ad alimentarlo (oggi lo 0,226% dei contributi sociali).

"Oltre 50 milioni di persone in Italia hanno la possibilità di accedere a servizi gratuiti - spiegano in una nota congiunta i presidenti di Acli, Cisl, Cgil e Uil del Trentino - per svolgere lo stesso lavoro, la Pubblica Amministrazione dovrebbe aprire e gestire circa 6.000 nuovi uffici permanenti e aumentare gli organici di oltre 5.000 persone. Il costo complessivo per la Pubblica Amministrazione (INPS, INAIL e Ministero dell’Interno) sarebbe di 657 milioni di euro". A livello nazionale è già partita la petizione, in Trentino i sindacati saranno nelle strade per la raccolta firme a partire dal 15 novembre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento