menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Albergatori contro i portali turistici: "Chiamate direttamente noi"

Gli albergatori trentini aderiscono al ricorso al Tar di Federalberghi e promettono sconti per chi contatterà direttamente le attività ricettive, senza passare per i portali che possono chiedere anche il 30% di maggiorazione

No ai portali turistici che chiedono commissioni sulle prenotazioni, chiamare in albergo è più economico, ma è spesso impossibile reperire il numero di telefono dai siti internet. Anche l'Associazione degli albergatori trentini adrisce al ricorso presentato al Tar da Federalberghi per l'abolizione dei patti di "parity rate", clausole, simili a quelle usate nei siti immobiliari, che non permettono all'albergo di pubblicare "in chiaro" i propri recapiti.

La maggiorazione, prenotando dai vari siti, può arrivare anche al 30%, ma Federalberghi rilancia: “Sulla scorta di quanto finora sancito dall'Antitrust - spiega il direttore generale Alessandro Nucara- a partire dal 1º luglio chi viaggia per vacanza o per lavoro in Italia potrà beneficiare di una importante opportunità: in applicazione delle nuove regole gli alberghi italiani, se contattati direttamente, potranno offrire condizioni migliorative rispetto a quelle pubblicate sui grandi portali. Un’opportunità in più in vista delle imminenti vacanze estive”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento