menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montagna in crisi: ci saranno ristori anche per rifugi e maestri di sci

In vista del decreto Ristori 5 il Parlamento ha approvato un ordine del giorno che vincola il Governo

Ristori anche per i rifugi ed i maestri di sci. Lo comunica, con soddisfazione per la decisione presa dal Parlamento, l'Uncem, Unione Nazionale dei Comuni, delle Comunità e degli Enti Montani. L'ordine del giorno, firmato da Chiara Gribaudo del Partito Democratico, è stato approvato a Montecitorio ed impegna il Governo a prevedere specifici indennizzi per l'economia di montagna in vista del cosiddetto decreto Ristori 5, in gran parte legato alle coperture per la stagione invernale bloccata. 

L'ordine del giorno deve trovare concretezza nelle prossime ore - evidenzia Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem - Ringrazio i Parlamentari che hanno ascoltato l'appello di Uncem e dei rappresentanti delle categorie. I ristori devono arrivare nella massima rapidità. Non vi è stato adeguato spazio sul 'Decreto Natale', con i DL Ristori 1, 2, 3 e 4, ma nel 5 vi devono essere opportuni articoli e fondi per la montagna, interventi adeguati e immediati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, cosa cambierà?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, sintesi del nuovo Dpcm

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, un altro lutto e +220 contagi

  • Attualità

    Sicor, sostegno da "tute blu" e studenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento