rotate-mobile
Economia

Reddito di cittadinanza sospeso: cosa succede

Confermata la sospensione di reddito e pensione di cittadinanza ai beneficiari che non hanno fornito questi dati

Brutte notizie per chi percepisce il reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza. Per il mese di aprile, l'Inps ha confermato di aver sospeso le rate di entrambi i sussidi ai beneficiari che non sono in possesso di un Isee valido per l'anno 2022. Uno stop per molti cittadini che non hanno ancora fornito all'Istituto di Previdenza sociale i dati aggiornati sulla propria situazione economica. Per ovviare a questo spiacevole inconveniente e ricevere nuovamente le mensilità sarà necessario presentare una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu): come confermato dall'Inps in un comunicato, una volta verificati i dati aggiornati i pagamenti riprenderanno in automatico.

Reddito di cittadinanza, ad aprile occhio al conguaglio

Ma se il problema con l'Isee 2022 può essere facilmente risolto, c'è un'altra "grana" che riguarda alcuni percettori, sia del reddito che della pensione di cittadinanza. L'Istituto ha spiegato sulla mensilità di marzo (in pagamento ad aprile), per alcuni beneficiari di reddito e pensione di cittadinanza, sarà applicato un conguaglio a compensazione di quanto ricevuto in più nel mese di febbraio, per la mancata applicazione del ricalcolo dell'assegno in presenza di altre prestazioni assistenziali. Il debito sarà rateizzato e sarà garantito un importo minimo nei casi di conguagli negativi superiori all'importo della rata stessa. Le operazioni di conguaglio si concluderanno nei prossimi giorni, aggiunge ancora l'Istituto.

Fonte: Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza sospeso: cosa succede

TrentoToday è in caricamento