Orso: pericolo reale o percepito? Gli albergatori lanciano il questionario

L'associazione degli albergatori trentini, Unat, chiede ai propri soci di compilare un questionario on-line riguardo alla percezione da parte dei clienti della presenza dell'orso in Trentino. E' l'eterno dilemma: minaccia o risorsa? Si potrebbe però chiedere ai diretti interessati

Quanto è stato capace il Trentino di sfruttare l'immagine dell'orso come elemento turistico? Hai avuto disdette di prenotazioni per paura dell'orso? I turisti sono inormati? Sono alcune delle domande contenute nel questionario che Unat, l'associazione degli albergatori trentini, ha inviato ai propri soci per avere un dato oggettivo in più attorno al quale ragionare.

La paura c'è veramente? Certo non tutti i turisti si fanno di questi problemi, ed il pericolo? E' reale o percepito? I dati raccolti serviranno a fornire una risposta a queste domande, visto che gli operatori turistici sono sicuramente la prima categoria economica a poter constatare l'impatto delle notizie sui clienti, esicuramente sono la categoria che in questi anni ha più protestato contro le politiche provinciali in materia.

Sarebbe ben più interessante se gli albergatori proponessero un questionario ai diretti interessati, i clienti degli alberghi, che certo cercano un po' di avventura tra le montagne trentine, ma forse non così tanta...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • L'ex rettore Bassi: "Ecco come ha fatto il Trentino a rimanere zona gialla"

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

Torna su
TrentoToday è in caricamento