Economia

Trento, proteste in piazza: una delegazione accolta in Provincia

Il vicepresidente Tonina e l'assessore Failoni hanno ricevuto i rappresentanti di baristi e ristoratori

L'incontro in Provincia

Una delegazione di rappresentanti degli esercenti pubblici tornati in piazza a protestare lunedì 11 gennaio a Trento, è stata ricevuta in Sala Depero, al termine del corte dal vicepresidente della Provincia Mario Tonina e dall'assessore al commercio e turismo Roberto Failoni, i quali hanno ascoltato le istanze di baristi e ristoratori, che hanno ribadito le grandi difficoltà a cui devono far fronte per il perdurare della pandemia e le complesse disposizioni anti-contagio che interessano la categoria, soprattutto riguardo alle modalità e alle tempistiche dell'offerta del servizio al pubblico.

Una nota stampa pubblicata dall'ufficio stampa della Provincia ha sottolienato che i temi sul tavolo avevano già trovato riscontro nella vicinanza della Giunta provinciale per voce del presidente Maurizio Fugatti, assieme alla garanzia della presentazione delle stesse istanze al Governo per tramite della Conferenza Stato-Regioni e Province autonome, che si è svolta anche questa mattina in contemporanea alla protesta, motivo per il quale il presidente Fugatti non ha potuto ricevere personalmente i manifestanti.

Il vicepresidente Tonina e l'assessore Failoni hanno ribadito la piena disponibilità ad affrontare i nodi della questione, soprattutto in merito alla necessità di avere tempi definiti a lungo termine per gli orari di apertura e per l'asporto e una maggiore certezza di ristori mirati ed efficaci da parte del Governo nazionale, per salvaguardare l'economia e la salute sia degli esercenti sia degli utenti di questi servizi essenziali. Anche il sindaco di Trento Franco Ianeselli si è speso per gli esercenti pubblici, affermando che verranno portate avanti «azioni concrete».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento, proteste in piazza: una delegazione accolta in Provincia

TrentoToday è in caricamento