menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, nel 2011 quasi 30 milioni di pernottamenti in Trentino

Circa 11,4 milioni di presenze negli alberghi, 3,9 milioni negli esercizi complementari, 5,2 milioni negli alloggi privati e 9,3 nelle seconde case. I turisti italiani sono il 78% del totale, ma in leggero calo

Nel 2011 in Trentino si sono stati registrati circa 11,4 milioni di presenze negli alberghi, 3,9 milioni negli esercizi complementari, 5,2 milioni negli alloggi privati e 9,3 nelle seconde case. 

Gli arrivi sono stati pari a circa 2,6 milioni di turisti negli esercizi alberghieri e a 5 milioni nel complesso delle strutture ricettive, con un aumento percentuale, rispetto al 2010, di oltre il 3%. 
 
Il complesso delle strutture ricettive trentine, pertanto, ha visto nel corso del 2011 29,8 milioni di pernottamenti, un livello analogo a quello raggiunto l’anno precedente. I dati  sono disponibili sul sito del Servizio Statistica della Provincia. 
 
Il contributo più significativo al raggiungimento di questo risultato è arrivato dai turisti italiani: nel corso del 2011 essi hanno fatto registrare 7,4 milioni di pernottamenti negli esercizi alberghieri e circa 2 milioni di pernottamenti negli esercizi complementari. Nel complesso delle strutture ricettive le presenze di turisti italiani hanno raggiunto nel 2011 i 23 milioni e rappresentano il 78% delle presenze totali.
 
In termini di variazioni, tuttavia, mentre le presenze dei turisti italiani risultano nel 2011 in leggera flessione nel complesso delle strutture ricettive rispetto all’anno precedente (-0,9%), le presenze straniere risultano in crescita in tutti i comparti, facendo segnare un incremento del 3,5% nel complesso delle strutture ricettive.
 
Cala invece la permanenza media dei turisti nelle strutture ricettive trentine: 4,4 giorni è lunga mediamente una vacanza negli esercizi alberghieri, 5,4 giorni negli esercizi complementari e circa 9 giorni negli alloggi privati e nelle seconde case.
 
Analizzando i dati dal punto di vista territoriale, gli ambiti che nel corso del 2011 hanno fatto segnare i valori di presenze alberghiere più elevati sono quelli della Valle di Fassa, del Garda trentino e delle Valli di Sole, Peio e Rabbi. Nel complesso delle strutture ricettive, gli ambiti con il maggior numero di presenze nel 2011 sono risultati quelli della Valle di Fassa, delle Valli di Sole, Peio e Rabbi e di Madonna di Campiglio - Pinzolo – Val Rendena.
 
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento