Porfido, Cgil plaude ai macrolotti e rilancia: "Anche per le concessioni esistenti"

Bene l'aumento per le nuove concessioni, ma i macrolotti potrebbero essere anche d'aiuto ad aziende in crisi. Marighetti (Filea Cgil): "Abbiamo proposto l'accorpamento anche per Industria Italiana Porfidi, dove tra un mese scade l'accordo sul part-time"

“La creazione di macro lotti per le nuove concessioni è una scelta attesa perché va nella direzione di superare la frammentarietà delle aziende, ridurre al minimo il tarlo della concorrenza tra imprese a danno dell'intero comparto e può dare risposte importanti sul piano del lavoro, in termini di occupazione, ma anche di sicurezza e tutela della salute dei cavatori”. Moreno Marighetti di Fillea Cgil plaude allla soluzione attuatuva della nuova leggge provinciale e rilancia: "Accorpare i lotti esistenti tra aziende vicine per continuare la coltivazione della cava, quando un'impresa è in crisi può rappresentare una via d'uscita per tutelare l'occupazione. Lo abbiamo proposto anche per l'Industria Italiana Porfidi, tra meno di un mese scadrà l'accordo sul part time e si sta lavorando ad una soluzione, compreso l'accorpamento dei lotti e la creazione di un consorzio per salvare i posti di lavoro". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento