Dallapiccola in un tweet: "Sì alle bollicine, no al prosecco". Fronte comune con il Friuli contro la doc Venezia?

#nonSoloProsecco: non è del tutto chiaro l'hashtag lanciato dall'assessore Dallapiccola che su tweetter ha postato una foto dell'incontro avvenuto oggi a Trento con il collega del Friuli Venezia Giulia per fare, come scrive lui stesso, "fronte comune promo-bollicine". Bollicine trentine, chiaramente, e friulane.

"Molta attenzione è stata posta all’analisi sull’evoluzione delle strategie per la definizione della Doc interregionale del Pinot grigio con particolare riferimento agli aspetti di governance - si legge in una nota della Provincia diramata dopo il "tweet". Il ponte tra Trentino e Friuli passa però comunque per il Veneto: "l’assessore Dallapiccola ha proposto di adottare una road map per fissare la cadenza temporale dei diversi interventi comuni e ha indicato la necessità di istituire un tavolo di lavoro, che dovrà coinvolgere anche la Regione Veneto, concordando con i competenti uffici del Ministero le proposte di governance" si spiega nel comunicato.

Il pinot grigio è ormai da tempo al centro delle polemiche: la doc "Venezia", sfuttando il nome della città lagunare, si è presa più della metà del mercato. Il Trentino ha risposto aumentando la quantità ammessa per la propria doc, causando lo sdegno e la scissione del Vignaioli Trentini dal Consorzio Vini (vedi articoli a fianco). Vedremo ora come si muoverà l'assessore all'agricoltura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento