rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cosa succede

Assegno della pensione più ricco a novembre: il motivo

Il prossimo mese l'assegno dovrebbe essere più sostanzioso per molti pensionati. Tutte le cose da sapere

Cedolino più ricco a novembre, per una parte dei pensionati italiani. Le sorprese per il prossimo mese saranno due e andranno a incrementare l'assegno: il bonus di 150 euro per i redditi fino a 35mila euro e l'anticipo della rivalutazione 2023. Vediamo nel dettaglio a chi spettano le agevolazioni, le variazioni di importo e il calendario dei pagamenti.

Pensioni, bonus 150 euro: a chi spetta

Tra le misure del Decreto Aiuti-ter 144-2022 a sostegno dei cittadini meno abbienti che stanno fronteggiando difficoltà economiche a causa dei recenti aumenti, c'è il bonus 150 euro che, come il precedente bonus 200 euro del DL Aiuti 50-2022, sarà versato direttamente con la pensione di coloro che possiedono i requisiti. L'intervento interesserà una platea complessiva di circa 20 milioni di persone tra cui 8,3 milioni di pensionati.

I primi a riceverlo saranno proprio i pensionati: per chi ha i requisiti, infatti, i soldi arriveranno in automatico con la pensione con l’assegno di novembre 2022. La somma una tantum di 150 euro sarà riconosciuta ai pensionati, titolari di uno o più trattamenti previdenziali ed assistenziali nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione (APE, ISOPENSIONE, ecc.) con decorrenza entro il 1° ottobre 2022. I requisiti necessari sono i seguenti:

  • essere residenti in Italia,
  • essere titolari di uno o più trattamenti pensionistici e con reddito personale IRPEF, al netto dei contributi, non superiore a 20mila euro per l’anno 2021.

Non concorrono al limite di 20.000 euro: i trattamenti di fine rapporto comunque denominati, il reddito dell’abitazione e le competenze arretrate sottoposte a tassazione separata. L’importo verrà erogato in automatico dall’INPS con la mensilità di pensione di novembre 2022 e non servono dichiarazioni.

Tutte le notizie

Anticipo rivalutazione 2023 e conguaglio 2022

Per contrastare gli effetti dell'inflazione per il 2022, il Decreto Aiuti bis ha invece previsto, in via eccezionale, l'anticipo del conguaglio per il calcolo della perequazione (rivalutazione delle pensioni, relativa all’anno 2021, corrispondente allo 0,2%, compresi gli arretrati per le prime dieci mensilità dell’anno, da gennaio ad ottobre. Gli aumenti verranno erogati direttamente nel cedolino di novembre 2022. I destinatari di questa misura sono tutti i pensionati, ma l’aumento pieno, dello 0,2 per cento, spetterà ai titolari di pensioni di importo non superiore a 2.062,32 euro. L'Inps, nella circolare 120 del 26 ottobre, ha fornito tutti dettagli in merito al conguaglio e agli aumenti degli importi. È inoltre previsto l’anticipo della rivalutazione pensionistica corrispondente all'aumento dell'indice Istat 2022, che solitamente si applica dal 1° gennaio, corrispondente al 2%, applicato per i mesi di ottobre, novembre, dicembre e alla tredicesima. Destinatari della seconda misura invece sono solo i pensionati che ricevono un assegno inferiore o pari a 2.692,00 euro.

Pensioni novembre 2022: il calendario dei pagamenti

Già da alcuni mesi i pagamenti delle pensioni sono tornati alle modalità previste prima della pandemia, con le erogazioni che avvengono il primo giorno bancabile del mese. Ma ogni tanto, come nel caso del prossimo mese, ci sono delle eccezioni causate delle festività. Essendo il 1° novembre il giorno di Ognissanti, il pagamento delle pensioni di novembre 2022 avverrà mercoledì 2 novembre. La medesima data sarà valida anche per chi ritira la pensione in contanti presso gli uffici postali o gli istituti bancari.

Poste Italiane, per evitare code e sovraffollamento, ha comunque stilato un calendario per suddividere i pagamenti in diversi giorni. La divisione avviene in ordine alfabetico e progressivo, come durante l'emergenza Covid. Ecco tutte le date:

  • A-B - Mercoledì 2 novembre
  • C-D - Giovedì 3 novembre
  • E-K - Venerdì 4 novembre
  • L-O - Sabato 5 novembre
  • P-R - Lunedì 7 novembre
  • S-Z - Martedì 8 novembre

Trattandosi di un calendario indicativo, il consiglio è sempre quello di chiedere maggiori informazioni al proprio ufficio postale di riferimento.

Fonte: Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegno della pensione più ricco a novembre: il motivo

TrentoToday è in caricamento