menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Olivi: "Staffetta generazionale anche nell'ente pubblico"

Dopo la sperimentazione del contratto di soliderietà espansivo e "generazionale" nel settore privato l'assessore Alessandro Olivi apre alla richiesta dei sindacati di introdurre la possibilità di trasformare a part-time i lavoratori prossimi alla pensione anche nell'ente pubblico, a fronte di nuove assunzioni per giovani

"Uno strumento innovativo di politica del lavoro a sostegno dell'occupazione giovanile per il qualec'è spazio anche all'interno dell'amministrazione pubblica" così si è espresso l'assessore provinciale Alessandro Olivi riguardo alla staffetta generazionale, una forma di contratto di solidarietà sperimentata dall'Agenzia provinciale del lavoro che consiste nella trasformazione a part time del contratto di lavoro per personale prossimo al pensionamento (da 12 a 36 mesi prima della pensione) a fronte dell'assunzione con contratto di apprendistato o a tempo indeterminato di giovani tra i 18 e i 35 anni.

Uno strumento finora riservato al settore privato, ma la richiesta dei sindacati era stata da subito quella di estendere tale formula anche ai lavoratori pubblici. Ora l'apertura da parte dell'assessore: "Non possiamo chiedere solo alle aziende private di impegnarsi a sostegno del ricambio generazionale, di applicare la staffetta generazionale e il contratto di solidarietà espansivo, strumenti nei quali crediamo e che sosteniamo concretamente" conclude l'assessore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento