Crisi braccianti: nuova chiamata per i residenti in Trentino

Ecco come proporsi per la raccolta delle mele o la vendemmia. Questa volta la Provincia ha inserito una clausola specifica per percettori di ammortizzatori sociali

Nuova "chiamata alle armi" per i residenti in Trentino che vogliono trovare lavoro nella raccolta delle mele e nella vendemmia. La Giunta provinciale torna a pubblicizzare la piattaforma aperta in accordo con l'Agenzia del Lavoro per tentare di porre un rimedio alla crisi dei braccianti nell'estate post-covid, soprattutto dopo la quarantena imposta dal Ministero della Salute ai lavoratori che provengono da Romania e Bulgaria. 

L'iniziativa, lanciata nei mesi del lockdown, aveva già raccolto la disponibilità di oltre 6.000 residenti in Trentino. Sembra però che, stando a quanto denunciano i sindacati ed ai pochi numeri forniti perlopiù da Coldiretti, le imprese agricole siano particolarmente restìe ad attingere manodopera da queste liste. 

In ogni caso non basta, perchè in Trentino di lavoratori stagionali ne servono circa 18.000. Con la questione ancora in sospeso della quarantena per chi viene dall'Europa dell'Est il rischio è di iniziare la raccolta senza personale sufficiente. La Provincia rilancia l'iniziativa, e questa volta c'è anche una concessione in più per chi percepisce ammortizzatori sociali.

Ai percettori di reddito di cittadinanza, cassa itegrazione (limitatamente al periodo di sospensione a zero ore), Naspi e Dis-coll, sarà consentito di stipulare con datori di lavoro del settore agricolo contratti a termine fino ad un massimo di 60 giorni, senza perdita o riduzione dei benefici percepiti, nel limite di 2.000 euro per il 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nuova raccolta candidature è partita il 30 luglio ed ha già raccolto la disponibilità di 1.200 persone, che vanno ad aggiungersi alle oltre 6.000 della "prima chiamata". Gli ambiti occupazionali riguardano non solo la raccolta della frutta e la vendemmia, ma anche la coltivazione di frutteti e vigneti, l'allevamento e cura del bestiame. Per candidarsi è sufficiente compilare il form sul sito di Agenzia del Lavoro, www.agenzialavoro.tn.it. La candidatura sarà segnalata agli imprenditori agricoli in cerca di personale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Rovereto, Valduga va al ballottaggio con Zambelli

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Riva del Garda, al ballottaggio Mosaner e Santi, una manciata di voti separano i due candidati

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento