Sabato, 23 Ottobre 2021
Economia

Lavoro, pubblicati i dati del secondo semestre in Trentino

Crescono gli occupati (+4% rispetto al giugno 2020), ma pesa ancora la disoccupazione femminile: in un anno +24,7%

L'Istituto di statistica della Provincia di Trento ha pubblicato i dati relativi all'andamento del mercato del lavoro nel secondo semestre del 2021, cioè da aprile a giugno. In senso assoluto i numeri sorridono, pur con delle zone grigie: rispetto ad un anno fa, il report dell'Ispat evidenzia un aumento dell'occupazione generale e una riduzione degli inattivi in età lavorativa (cioè delle persone che non hanno lavoro ma che neanche lo cercano). Se aumentano le persone che cercano lavoro però, aumenta anche la disoccupazione, dato che non tutti riescono a soddisfare la propria richiesta di impiego.

Ci sono, e questa non è una novità, differenze importati tra uomini e donne. Nel confronto con i dati del primo trimestre del 2021 si osserva una crescita delle forze di lavoro: gli occupati crescono in modo significativo, soprattutto grazie ai lavoratori maschi, e cresce anche il numero delle persone in cerca di occupazione in ragione del forte aumento osservato per le donne disoccupate che si contrappone alla contrazione della componente maschile.

Per quanto riguarda i tassi, tutti gli indicatori principali mettono il Trentino in posizioni migliori rispetto alla media nazionale, a partire dal tasso di occupazione: 58% in Italia, contro il 66,9% nel territorio della provincia. In Trentino ci sono anche meno disoccupati (il 6,2%, in Italia sono il 9,8%) e meno inattivi (28,7% contro il 35,5% del resto del Paese).

Schermata 2021-10-13 alle 18.25.21-2

L'analisi

  • La forza lavoro supera le 251mila unità, in crescita su base annua del 4,7%. Un dato a cui hanno contribuito entrambi i sessi, seppur con intensità diverse (+5,0% per gli uomini, +4,3% per le donne);
  • gli occupati raggiungono le oltre 236mila unità e crescono rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 4%, con un’incidenza maggiore dei lavoratori rispetto a quella delle lavoratrici (+5% per i maschi e +2,8% per le femmine);
  • i disoccupati superano le 15,4mila unità, con una prevalenza delle donne che incidono sul totale per il 58,5%. Su base annua l’aumento dei disoccupati è del 15,6% su cui pesa fortemente il marcato incremento della componente femminile (+24,7%);
  • gli inattivi in età lavorativa diminuiscono rispetto allo stesso trimestre del 2020 di oltre 9,8mila unità. Tale calo interessa sia uomini che donne, seppur con intensità leggermente diverse: -10,4% per i maschi e del -8,1% per le femmine.

Schermata 2021-10-13 alle 18.25.11-2

Per il secondo trimestre 2021 i tassi caratteristici del mercato del lavoro evidenziano che:

  • il tasso di attività (15-64 anni), pari al 71,3%, registra su base annua un incremento di 2,9 punti percentuali dovuto all’aumento sia degli occupati che dei disoccupati. Contribuiscono alla crescita del tasso entrambi i generi: aumento di 2,7 punti per i maschi e di 3 punti per le femmine;
  • il tasso di occupazione (15-64anni) è pari al 66,9% (72,7% per gliuomini e 61,0% per le donne), con un aumento tendenziale di 2,8 punti per gli uomini e di 1,9 punti per le donne. Nel primo trimestre 2021 il tasso era pari al 62,2% e nella media 2020 al 66,6%. Tra il primo e il secondo trimestre 2021 si registra inoltre un aumento del gap di genere di 2,5 punti con una distanza tra il tasso di occupazione maschile e femminile di quasi il 12%;
  • il tasso di disoccupazione (15 – 74 anni) si attesta al 6,2% (+0,1% su base congiunturale), in aumento di 0,6 punti rispetto allo stesso trimestre del 2020. Sostanzialmente stabile il dato maschile, mentre quello femminile cresce dell'1,3%. Su base annua il gap del tasso di disoccupazione fra uomini e donne aumenta passando da -1,8 a -3,1 punti percentuali;
  • il tasso di inattività (15-64 anni) è pari al 28,7%, in calo di 2,9 punti percentuali rispetto a quello registrato nel secondo trimestre 2020. Tale calo coinvolge entrambe le componenti di genere: -3,0% per le donne e -2,7% per gli uomini.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, pubblicati i dati del secondo semestre in Trentino

TrentoToday è in caricamento