Economia San Giuseppe / Via Giuseppe Mazzini

Notte Bianca invernale: pochi negozi saranno aperti. Stanchina: "La mentalità deve cambiare"

Stanchina: "Pochi hanno colto l'occasione, ma la mentalità deve cambiare, poteva essere una White Shopping Night"

La Notte Bianca, quella estiva, in ogni città d'Italia è fatta soprattutto per i commercianti, che hanno l'occasione di tenere le serrande aperte fino a notte fonda. La versione invernale a Trento non sembra aver incontrato il favore dei negozianti trentini: a quanto pare ci sono state, come in parte già visto l'anno scorso, poche e timide risposte all'appello del Comune.

L'assessore alle Attività Economiche Roberto Stanchina commenta così: "su una convinzione non arretro di un millimetro: il giro d’affari non c’è e non ci sarà mai se in una città durante un evento di questo tipo tre negozi rimangono chiusi e uno aperto". Insomma, c'è un effetto "a catena" che va innescato: o tutti o, verrebbe da dire, nessuno. Più negozi tengono aperto più i clienti, magari con la scusa di una passeggiata serale in una città animata, ci saranno.

E pensare che quesy'anno la Notte Bianca coincide anche con l'inizio dei saldi. "Questo era il mio intento, creare una verà White Shopping Night! Sconti, eventi, negozi aperti. Io continuo a credere che la mentalità va cambiata perchè è cambiato il commercio. La routine non va più bene, vanno creati stimoli e va richiamata la gente nei centri cittá, li si deve creare il vero centro commerciale" conclude Stanchina, e lancia un appello: "c'è tempo fino a domani!"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte Bianca invernale: pochi negozi saranno aperti. Stanchina: "La mentalità deve cambiare"

TrentoToday è in caricamento