menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appalti: da Roma via libera alla "non sovraregolazione". Rossi: "Opportunità per le nostre imprese"

Soddisfatti i governatori Rossi e Kompatscher dopo l'incontro a Roma per l'approvazione della norma di attuazione sugli appalti che prevede più partecipazione per le piccole e medie imprese

Autonomia e semplicità nella legislazione sugli appalti: tornano da Roma soddisfatti  i due governatori delle  province di Trento e Bolzano dopo l'udienza presso il Consiglio dei ministri che ha varato ieri una norma di attuazione in cui si stabilisce  il principio di "non sovraregolazione", ovvero  di  non sovrapposizione di norme,per esempio quelle statali su quelle europee.

La norma prevede di stabilire un livello minimo di regolazione, in accordo con le normative europee, oltre al quale non si potranno introdurre altre norme, per riferite ai singoli Stati, se non in circostanze eccezionali. Sono previsti dalla norma anche "interventi atti ad agevolare la partecipazione agli appalti pubblici delle piccole e medie imprese in quanto importanti fonti di competenze imprenditoriali, di innovazione e di occupazione".

Norma subito interpretata in chiave territoriale dal presidente Ugo Rossi: "Questo rappresenta ovviamente un riconoscimento importante del ruolo svolto dalle imprese locali, sul piano delle competenze e dell'innovazione ma anche su quello occupazionale -  ha dichiarato ieri al termine dell'incontro - in un momento come questo poter legiferare autonomamente, in maniera più certa che in passato, in materia di contratti pubblici rappresenta una leva in più per rilanciare la nostra economia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Lotteria degli scontrini, manca poco alla terza estrazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento