menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Negozi di montagna: finanziamenti per 2 mln di euro ma sarà obbligatorio svolgere altri servizi

Modifiche restrittive sull'accesso ai finanziamenti attivati l'anno scorso: sarà obbligatorio svolgere altri servizi rispetto alla sola, premio di insediamento solo ad attività che nascono dove non c'è nulla

La Giunta provinciale ha confermato anche per l'anno prossimo i finanziamenti per l'insediamento e la permanenza delle attività economiche nelle zone di montagna. Per questi interventi la Provincia investe circa due milioni di euro all'anno erogando importi pari a 15.000 euro per l'insediamento e 9.000 euro all'anno, per l'attività svolta a circa 200 "negozi di montagna", spesso rivendite alimentari che fungono anche da "multiservizi" (giornali, ricariche, casalinghi).

Le norme approvate dalla Giunta modificano leggermente i criteri decisi per i finanziamenti dell'anno scorso: diventa infatti obbligatorio per tutti lo svolgimento, a titolo gratuito, delle attività multiservizi, segnalate da un apposito cartello con l'obbligo di esporlo insieme all'orario di apertura al pubblico. Tra le attività multiservizi da svolgere gratuitamente rientra anche la consegna della spesa a domicilio, con l'obbligo di tenere un registro delle  consegne. I termini per la presentazione delle domande per il premio di insediamento per gli esercizi che si attivano dal 2016 sono stati riaperti ma anche in questo caso c'è una lieve restrizione: priorità per le attività che si caratterizzaranno per la collocazione in aree montane e la funzione effettiva di servizio ad un territorio privo di altre attività

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Addio alla Rosetta: Levico perde una nonna speciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento