Mercoledì, 12 Maggio 2021
Economia

E' trentino il primo filato di silicone al mondo: ecco le diverse applicazioni di "Muriel"

L'azienda nata ad Ala nel 1997, produttrice di filati per calze ed indumenti, ha sviluppato all'interno dei propri laboratori di ricerca un tessuto dalle funzioni molteplici. I campi di sviluppo vanno dal settore biomedicale a quello dei materiali protettivi

Un tessuto che resiste al calore, al fuoco, ai solventi chimici, all'umidità ed ai raggi ultravioletti. Compatibile con il corpo umano, tanto da poter essere utilizzato anche all'interno, comme materiale bio-medicale. Il materiale di partenza è il silicone, il prodotto è un tessuto siliconico, realizzato per la prima volta alla LeMur di Ala.

"Al momento siamo i  primi ed anche gli unici al mondo in grado  di filare il silicone - spiega l'a.d. Mario Dorighelli - Il nostro obiettivo è ora quello di far crescere l’azienda sul territorio allargando i benefici ad altre realtà industriali trentine interessate ad impiegare i nuovi filati siliconici per le proprie attività produttive".

I mercati di riferimento sono invece quelli del Nord Europa, ma l'azienda ricevuto contatti anche da Cina, Usa e Giappone dopo il successo ottenuto alla Fiera ITMA di Milano dove il  prodotto ha ottenuto il primo premio  nella categoria "Best innovation for protective textiles".

Muriel, questo il nome del tessuto, è stato ad oggi sviluppato per vari settori, da quello alimentare (primo filato elastico che a contatto con il cibo rispetta la direttiva europea  10/2011) fino a quello sanitario (chirurgia plastica, estetica e correttivva). La resistenza ai raggi ultravioletti è stata invece sfruttata soprattutto per la  realizzazione di rivestimenti di serre e grandi superfici vetrate. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' trentino il primo filato di silicone al mondo: ecco le diverse applicazioni di "Muriel"

TrentoToday è in caricamento