rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Territorio

Recupero dei muri a secco e delle aree circostanti: il contributo

C'è tempo fino al 15 settembre per richiederlo

C'è tempo fino al 15 settembre 2022 per aderire al bando per interventi di recupero e ripristino di murature dei sistemi agricoli terrazzati tradizionali, ovvero dei "muri a secco" promosso dall'assessorato all'urbanistica. Il bando si rivolge ai proprietari o titolari di altri diritti reali (quali ad esempio usufrutto) di muretti tradizionali dei sistemi agricoli terrazzati che intendono effettuare lavori di recupero e ripristino, tramite ditta o in economia. Nel caso in cui si volesse sistemare anche l’area di terreno direttamente collegata al ripristino del muretto, si può beneficiare di un’ulteriore quota di contributo.

Gli interventi sono finanziati dal Fondo per la riqualificazione degli insediamenti storici e del paesaggio di cui all’articolo 72 della legge provinciale 15 del 4 agosto 2015. I contributi saranno concessi in ordine cronologico di presentazione per le domande complete di tutta la documentazione necessaria. In sintesi, il contributo verrà concesso per gli importi riportati nella seguente tabella:

Contributi per muri a secco-2

Presentazione della domanda

Le domande devono essere presentate entro il 15 settembre 2022 a mezzo posta elettronica (certificata e non) esclusivamente alla casella serv.urbanistica@pec.provincia.tn.it, per raccomandata o per presentazione a mano presso il Servizio Urbanistica e Tutela del paesaggio o presso gli sportelli periferici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recupero dei muri a secco e delle aree circostanti: il contributo

TrentoToday è in caricamento