menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le ex miniere Tassullo diventano celle frigo per le mele: inaugurato il secondo lotto

"All'inizio ero anch'io dubbioso, ma ora mi sono ricreduto" ha confessato il presidente della Provincia Ugo Rossi, taglio del nastro per un secondo lotto da 19mila tonnellate

Un'altra ex miniera della Tassullo convertiita in magazzino ipogeo per le mele Melinda. Il secondo lotto, sempre all'interno dell'ex miniera di Rio Maggiore, a Predaia, è stato naugurato ieri alla presenza del senatore Franco Panizza, dell'assessore  all'agricoltura Michele Dallapiccola e del governatore Ugo Rossi. 

Confesso che anch'io avevo qualche dubbio sulla possibilità di collocare le celle per la conservazione delle mele in grotte sotterranee,ma mi sono ricreduto - ha detto Rossi - Questo è un sogno che continua, che è già realtà. Siamo contenti di avere contribuito al suo realizzarsi come amministrazione provinciale e useremo lo stesso impegno, lo stesso senso di responsabilità anche per un'altra azienda della valle, legata a questo progetto, che attraversa un momento di grave difficoltà, la Tassullo spa".

Il nuovo lotto è formato da dodici celle, realizzate a circa un chilometro dall'imbocco della galleria, ad una profondità di circa 300 metri rispetto alla superficie e possono contenere fino a 19mila tonnellate di mele all'anno. La temperatura naturale all'interno delle celle ipogee permette di risparmiare fino al  50%  di  energia rispetto ai sistemi tradizionali, e di vendere le mele tutto l'anno in buone condizioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Cosa cambia dal 26 aprile

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Viadotto dei Crozi, nuova viabilità di cantiere dal primo maggio

  • Attualità

    Coronavirus, le regole del week end

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento