Mariani, progetto fermo da tre anni allo stabilimento di Ledro. Olivi: "Non dipende dalla Provincia"

Un progetto di ampliamento concordato con Trentino Sviluppo, fermo da tre anni. Una situazione di stallo che preoccupa lavoratori ed amministrazione comunale. L'assessore provinciale all'economia scansa le accuse: "Non dipende da noi"

"La Provincia autonoma di Trento, tramite Trentino Sviluppo, è impegnata nel favorire il progetto di potenziamento della Mariani da oltre tre anni. Lo dimostrano una serie di atti e di decisioni concrete che abbiamo assunto puntualmente e che fanno parte del programma di intervento della stessa Trentino Sviluppo. In questo momento non servono comizi o strumentalizzazioni partitiche, ma lucidità e concretezza". E' questo il commento dell'assessore provinciale all'economia Alessandro Olivi sulla situazione dell'azienda manifatturiera della Val di Ledro, dove il progetto di ampliamento è fermo da tre anni.

"Il fatto che fino ad oggi il progetto di ampliamento dell'azienda non si sia potuto realizzare è dipeso da responsabilità che non fanno capo alla Provincia. C'è stato, c'è e ci sarà - spiega Olivi - un forte impegno da parte nostra, ma è chiaro che per risolvere positivamente la questione occorre una maggiore disponibilità delle varie componenti della comunità territoriale, ivi comprese le aziende locali, ad individuare strade realisticamente percorribili".

Al destino dell'immobile è legato quello occupazionale dei dipendenti, preoccupati per una situazione in stallo da anni: "Nei prossimi giorni mi incontrerò con i rappresentanti dei lavoratori e con l’azienda e ho già dato la disponibilità a tornare in consiglio comunale dove sono già stato per perorare la causa dell'ampliamento dell'immobile. Dobbiamo affrontare un passaggio delicato che va gestito con lucidità e senza strumentalizzazioni politiche o partitiche perché qui è in gioco la permanenza dell'azienda in Trentino e con essa la salvaguardia di tutti i posti di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento